lunedì, Giugno 14, 2021
Disponibile su Google Play
HomeNotizieSuperbonus, proroga al 2023: la conferma di Draghi

Superbonus, proroga al 2023: la conferma di Draghi

Sì al Superbonus fino al 31 dicembre 2023 per tutti. La proroga sarà inserita direttamente nella legge di Bilancio per il 2022. L’ annuncio ufficiale da parte del Presidente Draghi di fronte al Parlamento. Si tratta – ha detto – di un provvedimento importante per il governo e per le imprese e per questo motivo la misura sarà operativa anche per il futuro.

 

SUPERBONUS EDILIZIO. Tutte le domande e risposte dell’esperto di Repubblica

 

I fondi e le scadenze

Draghi ha confermato che nel Pnrr sono al momento previsti 18,5 miliardi e la cifra resta tale. Gli altri fondi arriveranno direttamente nel 2022 con la prossima manovra di Bilancio. Per questo nella legge si terrà conto degli effetti ottenuti quest’anno con il Superbonus in termini di risparmio energetico e di miglioramento della sicurezza degli immobili. L’intervento, quindi, potrà prevedere anche qualcosa in più che un semplice allungamento dei termini. Ma non solo: nel  Piano è confermato anche l’impegno alla semplificazioni in materia di edilizia e urbanistica e per la rigenerazione urbana.

Superbonus 110%, il peso della burocrazia dietro la partenza lenta. Ecco perché i costruttori chiedono semplificazioni e più tempo

di

Raffaele Ricciardi

24 Aprile 2021

Stop burocrazia

L’attuazione del Superbonus – si legge infatti nel documento inviato alle Camere –  ha incontrato molti ostacoli connessi alla necessità di attestare la conformità edilizia particolarmente complessa per gli edifici risalenti, con attese fino a 6 mesi per l’accesso agli archivi edilizi. Obiettivo delle misure che il governo intende adottare è quello di accelerare l’efficientamento energetico e la rigenerazione urbana, rimuovendo gli ostacoli burocratici all’utilizzo del Superbonus. Le misure di semplificazione in questo ambito saranno adottate con un decreto che sarà approvato entro il prossimo mese di maggio.

Dal digitale alle infrastrutture, nel Recovery spinta del 3% al Pil

di

Roberto Petrini

22 Aprile 2021

I risultati attesi

Quanto ai risultati, secondo il Piano grazie al Superbonus si calcola un risparmio energetico medio (in relazione ad un consumo medio annuo di energia primaria dell’edificio residenziale) di circa 240 kWh/mq e un risparmio minimo atteso (sia energetico che di emissioni) del 30-40 per cento. Gli investimenti consentiranno la ristrutturazione di circa 50.000 edifici/anno a regime, per una superficie totale superficie totale di 20 milioni di mq/anno. 

Argomenti

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews