martedì, Giugno 22, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGossipChloé Zhao è la prima donna asiatica a vincere per la Miglior...

Chloé Zhao è la prima donna asiatica a vincere per la Miglior Regia

A cinque anni dall’appello che chiedeva che gli Oscar fossero meno bianchi e più aperti al donne, l’edizione numero 93 degli Academy Awards passa alla storia non solo per aver premiato alla regia una donna, ma anche un’asiatica. Chloé Zhao, 39 anni, nata a Pechino e cresciuta tra Londra, Los Angeles e il Massachusetts, è la seconda regista a vincere l’Oscar dopo Kathryn Bigelow, che si portò a casa la statuetta nel 2010 per The Hurt Locker, e la prima donna di origini asiatiche a ritirare il premio percorrendo una strada già spianata nel 2020 da Parasite, il primo film non in lingua inglese a trionfare nella categoria più «pesante», quella per il miglior film.

Nella prima cerimonia post-pandemica degli Oscar, Zhao trionfa a mani basse dopo aver vinto il Golden Globe e il Bafta per Nomadland, il film sul nomadismo statunitense che ha vinto il Leone d’Oro alla Mostra del Cinema di Venezia e che arriverà il 30 aprile su Star, la sezione «adulta» di Disney+.

“I have always found goodness in the people I’ve met, everywhere I went in the world,” says #Oscars Best Director Chloé Zhao. “This is for anyone who has the faith and the courage to hold out for the goodness in themselves and each other, no matter how hard it is to do that.” pic.twitter.com/XF4239lU1B

— Empire Magazine (@empiremagazine) April 26, 2021

Con la sua lunga treccia, i grandi occhi neri e il vestito color avorio, Chloé Zhao, papà dirigente e mamma infermiera, laureata in Scienze Politiche e diplomata in cinema alla New York University, ritira il premio con la commozione di chi sa di aver scritto la storia e di essere un’apripista per tante altre registe di nicchia che potrebbero, in un futuro non troppo lontano, ambire alla statuetta che per troppi anni è stata monopolio di soli uomini. «Ultimamente ho pensato parecchio a come si fa ad andare avanti quando le cose si fanno difficili. Quando ero piccola, in Cina, con mio papà recitavamo a memoria delle poesie classiche cinesi completando i versi l’uno dell’altra. Uno di questi diceva che le persone alla nascita sono tutte buone: questa lezione ha avuto un grande impatto su di me che continua ancora adesso. Ed è per questo che dedico il premio a tutti quelli che hanno il coraggio di tener fede alla bontà che hanno dentro sé stessi e a quella che vedono negli altri» spiega Zhao salendo sul palco allestito all’interno della Union Station di Los Angeles.

#Oscars: Chloé Zhao wins best director for #Nomadland https://t.co/Ma5q4C2wJU pic.twitter.com/kpBs1vgjHm

— Variety (@Variety) April 26, 2021

Nella storia degli Oscar sono state solo cinque donne, infatti, a essere candidate alla miglior regia: la prima è stata la nostra Lina Wertmüller, insignita dell’Oscar alla carriera nel 2020, e la penultima Greta Gerwig, che nel 2018 è stata battuta da Guillermo Del Toro per La forma dell’acqua, il film che, prima di Nomadland, ha riportato il Lido nella notte più scintillante di Hollywood. «Quando vivevo in Cina guardavo solo western, sognavo di essere come Michael Jackson e Madonna e di trasferirmi in Inghilterra o in America. Crescendo, ho scoperto che c’erano molte cose da imparare anche a Oriente» ha detto Chloé Zhao a Vanity Fair prima del suo exploit alla Award Season, ancora incredula non solo per il successo del suo film, basato su tre anni di inchiesta on the road della giornalista Jessica Bruder e con una straordinaria Frances McDormand nel ruolo di Fern, una sessantenne che decide di mollare la sua vita per intraprendere un viaggio nel cuore dell’America in un furgone, ma anche per il calore che le ha riservato la stampa internazionale.

Sfoglia gallery

Dopo l’accoglienza più che entusiasta riservata a Songs My Brothers Taught Me, il suo primo film, per Chloé Zhao, ancora prima dell’Oscar di questa notte, si sono aperte le porte della Marvel: nel 2021, con la speranza che le sale riaprano in sicurezza permettendo a tutti i titoli rimasti in stand-by, dall’ultimo capitolo di 007 al West Side Story di Spielberg, di uscire, vedremo, infatti, Eternals, il nuovo blockbuster con Angelina Jolie diretto proprio da Zhao, a questo punto il primo premio Oscar a essere dietro la macchina da presa di un film di supereroi. A proposito della naturalezza dei volti di Nomadland, a dir poco contrastanti con quelli più costruiti e studiati di Eternals, sempre a Vanity Fair Zhao si è concessa una riflessione interessante: «Una volta tolti il trucco, il botox e la chirurgia estetica, siamo tutti brutti, grazie a dio. Perché brutti significa umani, fatti di carne e ossa. Io non penso molto, sento quando ho davanti qualcosa di autentico. Se questa pandemia ci sta insegnando qualcosa, è che non abbiamo più voglia di essere sempre perfetti. C’è una storia sul volto, e se la copri noi non la vediamo». Su fatto di aver diretto un film definito da molti come femminista, la risposta è secca: «Sono più le donne a vivere nei caravan: per gli uomini è più difficile lasciar cadere l’orgoglio e fare quella scelta. La società è dura con gli uomini, in tema di successo».

LEGGI ANCHE

Chloé Zhao a Vanity Fair: La libertà è un viaggio

LEGGI ANCHE

Oscar 2021. Gli Oscar della rivoluzione

LEGGI ANCHE

Oscar 2021, come e dove vedere (in streaming) i film candidati

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews