Il coprifuoco potrebbe essere rivisto, e già a partire da qui a poche settimane. Il tema del momento, quello del coprifuoco, continua a tenere banco, ma è Mariastella Gelmini, ministra per gli affari regionali e le autonomie nel governo Draghi, a rassicurare quanti temono che la decisione del decreto riaperture di mantenere il coprifuoco alle 22 sia irreversibile.

“I dati dei contagi stanno migliorando costantemente e la campagna vaccinale è entrata ormai nel vivo: ormai siamo quasi a 400mila inoculazioni al giorno”, ha detto Mariastella Gelmini in un’intervista a Il Messaggero.

“Se continua il trend positivo a metà maggio si cambia il coprifuoco, e il nostro obiettivo è quello di abolirlo”. Un’affermazione molto significativa che va nella direzione di prevedere un ulteriore possibile allentamento delle misure, se la curva dei contagi continuasse a calare.

Insomma, noi ci eravamo preoccupati di dover rientrare a casa alle 22 che per tutta l’estate (diciamocelo, quando siamo al mare alle 22 stiamo appena all’antipasto), e invece forse così non sarà. Bisogna dunque avere un po’ di pazienza e sperare che il miglioramento sia progressivo e non si interrompa, né vada in controtendenza dopo le riaperture di questi giorni.

Però, vedere uno spiraglio tra soli quindici giorni su un tema che ci ha fatto così tanto dibattere – quello del rientro alle 22 – è certamente una buona notizia.

[Fonte: Il Messaggero]