sabato, Giugno 19, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutala recente contrazione di Bitcoin non rappresenta la fine della bull run

la recente contrazione di Bitcoin non rappresenta la fine della bull run

Negli ultimi giorni il prezzo di Bitcoin (BTC) è significativamente diminuito, passando da oltre 60.000$ a meno di 50.000$. Ma questo non significa affatto che la bull run dell’asset sia terminata, ha affermato il noto analista PlanB.

Nel corso della giornata di ieri, PlanB ha scritto su Twitter:

“Niente cresce in linea retta. Bitcoin è cresciuto per 6 mesi consecutivi, fino ad aprile. Questa sembra la contrazione intermedia che abbiamo visto anche nel 2013 e nel 2017.”

Nothing goes up in a straight line. #bitcoin has gone up 6 months in a row, until this month. This looks like the mid-way dip that we also saw in 2013 and 2017. pic.twitter.com/uaCn9GCHGI

— PlanB (@100trillionUSD) April 23, 2021

PlanB è conosciuto fra gli appassionati di criptovalute per aver ideato il modello Stock-to-Flow (S2F) di Bitcoin. Tale modello prende in esame l’offerta complessiva della criptovaluta (Stock) e la compara con la quantità di nuove monete immesse regolarmente nel mercato (Flow): dopo ogni halving il Flow diminuisce e la scarsità dell’asset aumenta, facendo impennare il prezzo.

Negli ultimi mesi, Bitcoin ha superato il precedente massimo storico di 20.000$ raggiunto nel 2017, arrivando la scorsa settimana a sfiorare i 65.000$. Ma nei giorni successivi il prezzo della criptovaluta è sceso fino a circa 47.500$: una contrazione del 26% dal precedente picco. Per quanto apparentemente catastrofico, si tratta di un crollo perfettamente in linea con quelli avvenuti durante i cicli rialzisti precedenti, ha sottolineato PlanB.

Il recente tweet dell’analista include anche un grafico dei movimenti di Bitcoin durante i precedenti bull market, avvenuti a seguito degli halving: gli halving si sono verificati nel 2012, 2016 e 2020, mentre i mercati rialzisti sono seguiti nel 2013, 2017 e 2020/2021

Anche nelle precedenti bull run abbiamo assistito a crolli improvvisi: nel 2013, dopo una fase estremamente rialzista, il prezzo di Bitcoin è crollato del 75% fra aprile e luglio. Dopo tale evento, la criptovaluta ha registrato guadagni significativi fino alla fine dell’anno.

A settembre 2017 Bitcoin ha subito un calo di circa il 40%, anche in questo caso dopo un lungo periodo di crescita, per poi raggiungere nuovi massimi storici pochi mesi più tardi.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews