lunedì, Giugno 14, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroIl bambino di tre anni che ha condannato il suo assassino per...

Il bambino di tre anni che ha condannato il suo assassino per una vita passata

Nel 1998, Trutz Hardo, un terapista tedesco racconta la storia di un ragazzo nel suo libro intitolato “Bambini che sono vissuti prima: la reincarnazione oggi”, insieme ad altre storie di bambini che sembrano ricordare le loro vite passate con verificata accuratezza.

Il ragazzo era di etnia drusa e la sua incredibile storia è stata testimoniata dal dottor Eli Lash, noto soprattutto per aver sviluppato il sistema medico a Gaza come parte di un’operazione del governo israeliano negli anni ’60.

Mi piace anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

I Drusi (Druse) sono una nazione di circa 200.000 persone che si stabilirono in Libano, Siria, Giordania e nella regione che ora è Israele molto tempo fa. Non sono né musulmani né cristiani, perché hanno la loro religione.

In Israele si trovano principalmente sulle alture del Golan. Sono gli unici israeliani non ebrei a prestare servizio nell’esercito israeliano. La reincarnazione costituisce la base delle loro convinzioni.

Secondo Hardo, nell’area delle alture del Golan vicino al confine tra Siria e Israele, un bambino di tre anni ha affermato di ricordare come è stato ucciso nella sua vita passata in base alle sue voglie.

Non appena un bambino nasce il suo corpo viene ricercato per le voglie, poiché sono convinti che queste derivino da ferite mortali, che sono state ricevute in una vita passata. Se tali segni vengono trovati su un bambino, cercano di scoprire qualcosa della sua vita passata non appena il bambino è in grado di parlare per ottenere i primi indizi sulle circostanze della sua morte precedente.

Quando un certo ragazzo ha compiuto tre anni, sulla cui fronte superiore è stata trovata una lunga voglia rossa che si estendeva al centro della sua testa, si è formato un gruppo di 15 uomini. Questo gruppo era composto dal padre e da altri parenti del ragazzo, diversi anziani del villaggio e rappresentanti dei tre villaggi vicini.

Da quello che aveva detto il ragazzo erano abbastanza sicuri che nella sua vita passata avesse vissuto nelle immediate vicinanze. Un buon amico di Trutz Hardo, il professor Eli Lasch, era l’unico non druso che è stato invitato a unirsi a questo gruppo perché sapevano che era interessato alla reincarnazione.

Quando sono arrivati ​​al primo villaggio vicino con il ragazzo, gli è stato chiesto se gli sembrava familiare. Disse loro che aveva vissuto in un altro villaggio, così andarono a quello successivo.

Quando sono arrivati ​​lì e lo hanno interrogato di nuovo, ha dato loro la stessa risposta. Finalmente raggiunsero il terzo villaggio. Ora il ragazzo disse loro che era lì che aveva vissuto. All’improvviso riuscì a ricordare alcuni nomi del passato.

Mesi prima aveva detto loro che un uomo lo aveva ucciso con un’ascia, ma non era riuscito a ricordare il proprio nome e quello del suo assassino. Ora ricordava il suo nome e il suo secondo nome e quelli del suo assassino.

Una delle persone più anziane di questo villaggio che si era unita a questo gruppo aveva conosciuto l’uomo che il ragazzo aveva chiamato. Ha detto che era scomparso senza lasciare traccia quattro anni fa ed era stato dichiarato disperso. Pensavano che avesse subito dei danni in questa zona devastata dalla guerra, perché spesso accadeva che persone che si erano smarrite tra le linee israeliane e siriane venissero fatte prigioniere o fucilate se sospettate di essere spie.

Attraversarono il villaggio e il ragazzo mostrò loro la sua casa. Molte persone curiose si erano radunate intorno. All’improvviso il ragazzo si avvicinò a un uomo e gli fece un nome. L’uomo ha risposto di sì.

Poi il ragazzo disse: “Ero il tuo vicino. Abbiamo litigato e tu mi hai ucciso con un’ascia. ” L’uomo era diventato improvvisamente bianco come un lenzuolo. Il bambino di tre anni ha poi detto: “So persino dove ha seppellito il mio corpo”.

Come poteva sapere dove il suo ex vicino aveva seppellito il corpo dopo la sua morte? Quasi quotidianamente, i miei clienti mi descrivono il seguente scenario post mortem durante la terapia di regressione: dopo la morte l’anima lascia il corpo terreno e nella maggior parte dei casi è in grado di vedere il corpo dall’alto. Spesso rimane lì per un po ‘e può vedere esattamente cosa succede al corpo. Ne sentiremo parlare di più da altri bambini più avanti in questo libro.

Qualche tempo dopo l’intero gruppo seguito da molte persone curiose fu visto vagare nei campi vicini.

L’uomo che il bambino aveva riconosciuto come il suo assassino fu invitato a venire. Il ragazzo poi li condusse in un campo particolare e si fermò davanti a un mucchio di pietre e disse: “Ha seppellito il mio corpo sotto queste pietre e l’ascia laggiù”.

Ora hanno rimosso le pietre e sotto hanno scoperto lo scheletro di un uomo adulto che indossava i vestiti di un contadino. Una spaccatura nella parte anteriore del cranio era chiaramente visibile.

Ora tutti fissavano l’assassino che alla fine aveva ammesso questo crimine davanti a tutti. Poi andarono nel luogo in cui il ragazzo aveva detto che l’ascia era stata sepolta. Non dovettero scavare a lungo prima di tenerlo tra le mani.

La reincarnazione è un dato di fatto per i drusi; non hanno bisogno di prove per garantire questa convinzione; eppure li stupisce sempre ogni volta che la reincarnazione si riafferma in casi come questo. I Drusi credono anche di rinascere sempre come Druse.

Forse la regressione di gruppo tra la loro gente dimostrerebbe se questa affermazione è vera. Eli ha poi chiesto alla gente cosa ne sarebbe stato dell’assassino. Hanno detto che non lo avrebbero consegnato alla polizia, ma loro stessi avrebbero deciso una punizione appropriata per lui.

Fonte: esolibris.com

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews