venerdì, Giugno 18, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroLa leggenda di Tom Skelton e il fantasma di Packsaddle Gap

La leggenda di Tom Skelton e il fantasma di Packsaddle Gap

I vecchi ferrovieri della Pennsylvania occidentale raccontavano spesso storie su Wild Tom Skelton, il cui fantasma amava stare sui binari mentre i fragorosi cavalli d’acciaio si abbattevano su di lui, appoggiandosi alla sua lunga pistola con uno sguardo disperato negli occhi, maledetto per cercare per l’eternità per la sua amata Maria.

La storia di Tom Skelton è una storia di crepacuore sulla frontiera selvaggia dell’attuale Contea dell’Indiana, ed è stata tramandata di generazione in generazione, con ogni generazione successiva che aggiunge il proprio tocco al filo classico.

Mi piace anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

Ma qual è la vera origine della storia dello spirito vagabondo di Wild Tom Skelton, noto in tutta la Pennsylvania occidentale come Ghost of Packsaddle Gap?

La prima versione registrata della storia di fantasmi risale al 1851, quando la leggenda fu scritta dal dottor Frank Cowan, un medico di Greensburg che servì come segretario personale del presidente Andrew Jackson.

Cowan, che avrebbe potuto basare la sua versione del racconto su storie che aveva sentito dai residenti locali, riferì che i treni della Pennsylvania Railroad che facevano il giro della curva a ferro di cavallo lungo il fiume Conemaugh, appena a est di Blairsville, erano stati costretti a fermarsi in tre diverse occasioni il racconto di un vecchio la cui figura era illuminata dai fari delle locomotive che attraversavano la fessura tagliata attraverso Chestnut Ridge.

Secondo Cowan, i ferrovieri – certi di aver colpito lo sfortunato trackwalker – avrebbero cercato sul fianco della montagna e sulla riva del fiume i resti insanguinati.

“Ma la luce della lanterna non ha rivelato all’ingegnere, né la luce del giorno all’operaio, il corpo straziato di Wild Tom Skelton, lo strano vecchio che infesta il Packsaddle Gap”, ha scritto il dottor Cowan.

Molto prima che l’uomo bianco stabilisse la regione, un vecchio sentiero indiano correva lungo Chestnut Ridge. Quando i primi coloni arrivarono, usarono questo sentiero per spingersi verso ovest e negli anni seguenti l’alzaia del Canale della Pennsylvania seguì lo stesso corso. Quando i treni merci hanno soppiantato le chiatte sui canali, la Pennsylvania Railroad ha tracciato i suoi binari su questo antico sentiero indiano.

Ai tempi in cui il sentiero era utilizzato dai pionieri, c’era una famiglia di nome McDowell che si stabilì in questa regione selvaggia. Il patriarca della famiglia era Donald McDowell, un uomo malaticcio che viveva con sua moglie e la loro figlia cieca, Maria, in una capanna a Packsaddle Gap.

A causa della sua straordinaria bellezza, gli indiani locali avevano iniziato a chiamare la giovane donna “New Moon”, e il soprannome le era rimasto impresso. Fu Tom Skelton, un giovane e robusto cacciatore di frontiere, che aiutò il patriarca malato del clan McDowell a costruire la capanna, e fu durante questo periodo che incontrò e si innamorò follemente di Maria.

Mentre la salute di Donald McDowell continuava a peggiorare e la morte sembrava imminente, Tom promise al vecchio pioniere che si sarebbe preso cura della sua vedova e unica figlia. E quando Donald è morto, Tom ha scavato la sua tomba e gli ha dato una sepoltura adeguata.

Tom era pienamente consapevole, tuttavia, che la sua era un’alta promessa da mantenere; poiché la malattia infantile che aveva reso cieca Maria l’aveva resa fragile e debole, e McDowell, che aveva imparato a fare la medicina dagli indiani, aveva fatto una routine quotidiana di raccolta di radice di serpente e pipsissewa per curare i suoi frequenti attacchi di tosse. Sfortunatamente, l’unico posto in cui cresceva la pipsissewa era all’ombra di un albero di cedro solitario in alto sulle scoscese scogliere di arenaria al di là del fiume.

Con la vedova McDowell troppo vecchia e fragile per raccogliere queste erbe, Tom Skelton si offrì con entusiasmo volontario, ma alla fine arrivò un momento in cui le piante ricercate scarseggiavano. Tom allargò la ricerca, scomparendo per giorni alla volta con ascia e fucile, alla ricerca delle preziose erbe per la medicina di Maria e del piccolo gioco per la tavola.

Sebbene cieca, Maria sapeva dove avrebbe potuto trovare radice di serpente e pipsissewa e disse a sua madre che sarebbe andata a cercare questi ingredienti da sola. Armata di zappa, Maria attraversò con cautela il Conemaugh e si avviò nell’oscura conca di Packsaddle Gap.

Come voleva il destino, Tom stava scendendo Chestnut Ridge sulla via del ritorno alla capanna quando sentì un fruscio nella boscaglia vicino al cedro solitario in cima alla scogliera di arenaria. Pensando che fosse un cervo, Tom sparò con il fucile e corse verso il punto in cui era caduta la creatura.

Ma la sua gioia cedette il passo all’orrore quando si imbatté nel corpo accartocciato di New Moon. Aveva sparato al seno alla ragazza che amava. Sebbene fosse ancora aggrappata alla vita, Tom sapeva che la ferita era fatale. Sopraffatto dal dolore e dalla rabbia, gridò al cielo, giurando di togliersi la vita.

“No, Tom”, supplicò la giovane donna morente. “Non toglierti la vita,” ansimò con voce debole. “Era solo la volontà di Dio. Vai a dire a mia madre che me ne sono andato e dammi un ultimo bacio. Anche se non potrei mai essere tuo sulla terra, ti amerò sempre in paradiso. “

Il cielo si oscurò mentre Tom tornava alla capanna, e quando disse alla madre di Maria che la sua amata figlia era morta, la pioggia stava cadendo a dirotto. Temendo che la tempesta avrebbe presto reso il fiume non attraversabile, Tom guadò il Conemaugh, determinato a recuperare il corpo di Maria.

Tuttavia, quando raggiunse l’altra sponda, era così esausto che crollò sulla riva del fiume. Fu un potente scoppio di tuono a svegliarlo finalmente, e quando Tom lanciò il suo sguardo verso la cima di Chestnut Ridge vide che il cedro solitario e alto era stato scheggiato da un fulmine.

Ma le cose sono solo peggiorate. Mentre le acque del Conemaugh continuavano a salire, Tom si arrampicò sulla cresta per mettersi al sicuro e guardò con orrore impotente mentre la capanna di McDowell veniva spazzata via, portando con sé la vecchia vedova. Alla fine Tom riuscì a raggiungere la vetta dove il corpo del suo amante giaceva freddo e senza vita, e fu sbalordito nello scoprire che una frana di roccia aveva esposto uno strano affioramento di roccia che, se visto di profilo, aveva una notevole somiglianza con il vecchio pioniere, Donald McDowell .

Per generazioni questa formazione rocciosa di arenaria è stata vista dai viaggiatori lungo il vecchio sentiero indiano e, in seguito, dai passeggeri della Pennsylvania Railroad. Poi, nel settembre del 1903, la ferrovia fece esplodere 250 cariche di nitroglicerina e fece crollare il fianco della montagna per fare spazio a due binari aggiuntivi e per raddrizzare la mortale “curva a ferro di cavallo” dove tanti ingegneri affermavano di aver incontrato il fantasma di Packsaddle Gap.

E che potente esplosione deve essere stata; l’edizione del 28 settembre 1903 del Latrobe Bulletin riferì che fu “la più grande esplosione che sia mai riecheggiata attraverso le montagne di Allegheny”.

Boulder ha scoperto nel 1971 che alcuni credono mostrino le impronte di Tom Skelton.

Dopo questa alterazione del paesaggio, gli avvistamenti del fantasma di Wild Tom Skelton sono diminuiti notevolmente, sebbene alcuni ferrovieri veterani abbiano riferito di aver visto l’apparizione fino al XX secolo.

Negli anni ’50 la storia del fantasma di Packsaddle Gap era stata in gran parte dimenticata, fino a quando un evento particolare non riaccese l’interesse per la leggenda. Nel giugno del 1971, il paesaggio fu nuovamente modificato, questa volta dalla Penn View Mountain Railroad.

Durante lo scavo un grande masso di arenaria scivolò lungo un terrapieno e gli operai rimasero sbalorditi nello scoprire due impronte di mocassini cristalline incastonate nella roccia.

Potrebbero essere queste le impronte di Wild Tom Skelton? Forse era su questo masso che Tom si trovava quando guardava la capanna di McDowell che veniva spazzata via dalle acque impetuose del fiume Conemaugh.

O forse questi erano i mocassini indossati da Maria McDowell il giorno della sua tragica e sfortunata morte. E forse la risposta a questo indovinello sta ancora aspettando di essere trovata nella cavità rocciosa di Packsaddle Gap.

Autore: Marlin Bressi, fonte: paoddities.blogspot.com

Marlin Bressi è un autore e un appassionato di storia che attualmente risiede a Harrisburg. Come scrittore di saggistica è autore di quattro libri, i più recenti dei quali sono Hairy Men in Caves: True Stories of America’s Most Colorful Hermits e Pennsylvania Oddities.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews