lunedì, Giugno 21, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMangiareDecreto riaperture: i ristoranti ripartono col coprifuoco alle 22 e solo all’aperto,...

Decreto riaperture: i ristoranti ripartono col coprifuoco alle 22 e solo all’aperto, in zona gialla

È stato emanato il Decreto Riaperture del Governo Draghi, quello che detta le regole e le novità a partire dal 26 aprile. Nessuna sorpresa rispetto al contenuto della bozza che avevamo anticipato: anzi la conferma di una linea dura e cauta. Per quanto riguarda bar e ristoranti, riaprono solo quelli in zona gialla, solo quelli che hanno i tavolini all’aperto, e comunque il tutto entro le 22 perché dopo scatta il coprifuoco.

Non passa la linea di Salvini che spingeva per aperture anche all’interno a pranzo, e spostamento alle 23 del limite orario. Ma vediamo nel dettaglio.

Bentornata zona gialla

La principale misura è quella del ripristino della zona gialla, sospesa dai precedenti interventi normativi: dal 26 aprile le regioni e le province autonome che rientrano nei parametri delle zone gialle, potranno dichiararsi tali e applicare le vecchie regole, oltre a quelle nuove stabilite dal decreto. E una ci riguarda da vicino.

Riaperture di ristoranti e bar: le condizioni

Consumo al tavolo esclusivamente all’aperto, per i ristoranti e i bar in zona gialla. Quindi chi ha il dehors o ha la possibilità piazzare due tavolini fuori, potrà servire i clienti; per tutti gli altri sempre e solo asporto e delivery. Il Governo ha finalmente preso atto dei numerosi studi che rilevano un rischio bassissimo di trasmissione del virus all’aria aperta, e contemporaneamente eliminato l’illogica distinzione tra pranzo e cena.

Coprifuoco sempre alle 22

Resta però in vigore la misura che vieta uscite e spostamenti oltre le 22, quindi anche se non è specificamente previsto, i ristoranti faranno orari da famiglie con bambini: alle dieci meno un quarto si chiude, così alle dieci siamo tutti a nanna.

Alberghi: l’eccezione

Confermata anche la diversa previsione di bar e ristoranti interni ad alberghi e altre strutture ricettive: non avranno limiti di spazio né tempo per il servizio al tavolo. Ovviamente l’unica grossa limitazione è che potranno servire solo gli ospiti interni.

Gli spostamenti interni alle regioni e ai comuni

E se invece non voglio andare al ristorante o al bar, ma invitare amici a pranzo o prendere un caffè? Possibile, ma sempre a seconda del colore. Dal 26 aprile al 15 giugno 2021, all’interno delle regioni e province autonome in zona gialla, è consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata una volta al giorno, dalle 5 alle 22, a quattro persone oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. Piccola ma significativa novità: il limite massimo di ospiti si alza da due a quattro. Non si contano nel numero i minorenni, i disabili e i non autosufficienti.

Stesse regole per chi è in zona arancione, ma spostamento limitato all’interno dello stesso comune. Nessuna visita a casa consentita in zona rossa.

Gli spostamenti esterni

Possibile spostarsi da regione a regione, a partire dal 26 aprile, se entrambe le regioni sono bianche o gialle. Possibile spostarsi anche da o verso regioni arancioni o rosse, a patto però di essere in possesso di una certificazione: dopo tanto dibattito e riflessione, il Governo ha introdotto una sorta di passaporto vaccinale o di immunità, ecco di che si tratta.

La certificazione verde

Il decreto prevede l’introduzione delle cosiddette “certificazioni verdi Covid-19”. I modi di ottenerlo sono 3, e hanno una durata differente.

  • L’avvenuta vaccinazione contro il SARS-CoV-2 (valida 6 mesi).
  • La guarigione dall’infezione (valida 6 mesi).
  • L’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo (valida 48 ore).
  • [Fonte] RSS Feed da www.dissapore.com www.gustoblog.it www.ilsole24ore.com

    Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

    YouGoNews