lunedì, Giugno 21, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGossipvia libera dell'Ema. In Italia, somministrazione oltre i 60 anni

via libera dell’Ema. In Italia, somministrazione oltre i 60 anni

È arrivato nella giornata di ieri il via libera alla somministrazione del vaccino Janssen da parte dell’Ema, l’Agenzia Europea del Farmaco, impegnata nelle ultime settimane nell’esamina dei rari casi di trombosi verificatisi negli Usa in alcuni soggetti pochi giorni dopo la vaccinazione con il farmaco sviluppato dall’americana Johnson & Johnson.

Uno scenario che si ripete in maniera quasi identica a quello che ha visto protagonista il vaccino prodotto AstraZeneca, la cui somministrazione è stata dapprima bloccata in via cautelativa dopo le segnalazioni di rari casi di coaguli del sangue e successivamente ripresa nella maggior parte dei Paesi europei, riservandolo, nel caso specifico dell’Italia, alla fascia di popolazione al di sopra dei 60 anni.

Anche per il vaccino J&J, l’Ema ha riconosciuto il possibile legame con alcuni rari eventi trombotici segnalati in Usa, come già avvenuto per il vaccino di AstraZeneca, appunto. Tutti gli eventi rari di trombosi cerebrale “si sono verificati in persone di età inferiore a 60 anni entro tre settimane dalla vaccinazione” effettuata con il siero di Johnson & Johnson, “la maggioranza nelle donne. Sulla base delle prove attualmente disponibili, i fattori di rischio specifici non sono stati confermati”, si legge nella nota diffusa dall’Agenzia europea del farmaco, la quale precisa però che i benefici superano i rischi.

Recepiti i suggerimenti dell’ente europeo, l’Aifa, l’Agenzia Italiana del Farmaco potrebbe pertanto disporre, già da quest’oggi, la somministrazione del vaccino Johnson & Johnson al di sopra dei 60 anni, come già per AstraZeneca, al fine di scongiurare ulteriormente il rischio di episodi di coaguli sanguigni, verificatisi a oggi in rarissimi casi in soggetti di età inferiore.

Il comitato per la sicurezza dell’Agenzia europea del farmaco ha pertanto concluso che alle informazioni del foglietto illustativo sul prodotto per il vaccino Janssen di Johnson &Johnson, “dovrebbe essere aggiunto un avvertimento su coaguli di sangue insoliti con piastrine basse. Inoltre gli eventi dovrebbero essere elencati come effetti collaterali molto rari del vaccino“.

In Italia, potrebbe peranto ripartire dal 21 aprile la somministrazione delle 184mila dosi del vaccino Janssen già arrivate sul territorio e preventivamente bloccate a Pratica di Mare, nell’attesa del verdetto dell’Ema.

 

LEGGI ANCHE

Bloccata negli Stati Uniti la somministrazione del vaccino Johnson & Johnson

LEGGI ANCHE

Arriva il Johnson & Johnson, modalità d’uso e vantaggi del quarto vaccino approvato in Italia

LEGGI ANCHE

Rovinate 15 milioni di dosi del vaccino Johnson & Johnson per un errore umano

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews