A risolvere i problemi in merito alla riapertura dei ristoranti al chiuso, ci pensa Matteo Salvini: il leader della Lega ha dichiarato che il prossimo obiettivo del suo partito, sarà chiedere al Governo la riapertura per tutti i ristoratori, da maggio.

Dopo aver espresso il proprio parere in merito alla possibilità di riaprire dopo Pasqua, se tutti rispettono le regole, dopo circa un mese Salvini torna a dire la sua in merito al mondo della ristorazione. Riaprire i locali, anche quelli che non hanno spazi all’aperto, e possibilità di uscire fino alle 23: il leader della Lega ha proposto questo come prossimo argomento da portare avanti al Governo: dopo che il governo Draghi ha previsto la possibilità di riaprire i ristoranti il 26 aprile, Salvini ha voluto spingere ancora una volta “il ritorno alla vita nelle Regioni (gialle e bianche)“.

A quanto pare: “la Lega proporrà in Consiglio dei Ministri e in Parlamento, in accordo con Sindaci, Governatori e associazioni, la riapertura dai primi di maggio anche delle attività al chiuso e l’estensione almeno fino alle 23 della possibilità di uscire, con situazione sotto controllo e la possibilità di spostarsi fra Regioni”.

Sembra proprio che il tema degli esercenti e dei ristoratori sia un tema molto caro all’ex Ministro dell’interno. Tranne per quanto riguarda le nuove licenze di acquisto bar e ristoranti: in questo caso, Salvini appoggia l’idea del MIO e frenerebbe le nuove licenze per tre anni.

[ Fonte: Adnkronos ]