martedì, Giugno 15, 2021
Disponibile su Google Play
HomeNotizieChicago, proteste dopo la morte del 13enne ucciso dalla polizia: migliaia di...

Chicago, proteste dopo la morte del 13enne ucciso dalla polizia: migliaia di cittadini in piazza

Migliaia di persone si sono radunate a Logan Square Park, Chicago, per manifestare in ricordo di Adam Toledo, il ragazzino ispanico di 13 anni ucciso da un poliziotto la notte del 29 marzo. La protesta, promossa da numerose organizzazioni, è cominciata intorno alle 17,30. Un’ora e mezzo dopo è partita una marcia. Tutte le strade della zona attorno a Milwaukee Avenue sono state chiuse. L’obiettivo era andare verso la residenza della sindaca della città, Lori Lightfoot, che aveva invitato giovedì, dopo la diffusione del video della morte del ragazzino, a manifestare in pace, lasciando a un organismo indipendente il compito di fare chiarezza.

Usa, un video mostra un agente sparare a un 13enne che alza mani

16 Aprile 2021

La reazione era attesa perchè le immagini riprese dalla body cam del poliziotto, Eric Stillman, 34 anni, sono apparse sconvolgenti. Il video smentisce la ricostruzione dell’agente che ha sempre sostenuto di aver sparato ad Adam perchè il ragazzino gli aveva puntato la pistola contro. Un frame estrapolato dalle immagini, e messo in rete, mostra Adam con le mani alzate, senza pistola, un attimo prima di essere abbattuto da un colpo di pistola, risultato fatale. La registrazione ha documentato la lenta agonia del ragazzino, steso a terra, coperto di sangue, mentre due agenti tentavano il massaggio cardiaco. A due metri di distanza è stata rinvenuta un’arma, forse appartenuta ad Adam.

Chicago, 13enne ucciso dalla polizia: aveva le mani alzate

video “>

video /photo/2021/04/16/766721/766721-thumb-rep-160421chicago.jpg” width=”316″ height=”178″/>

“Se ce l’aveva – hanno sostenuto i legali della famiglia Toledo – l’ha buttata via. Lui ha ubbidito agli ordini del poliziotto, aveva mostrato le mani e si era girato”. I legali dell’agente sostengono che Stillman abbia “dovuto agire in pochi secondi ed era sotto minaccia”. Il poliziotto è stato messo in  ospensione, in attesa che l’indagine chiarisca la dinamica e le responsabilità. Ma migliaia di persone chiedono giustizia, e una riforma profonda della polizia. La vicepresidente degli Stati Uniti, Kamala Harris, guiderà un gruppo di lavoro per portare avanti la riforma.

Argomenti

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews