martedì, Giugno 15, 2021
Disponibile su Google Play
HomeNotizieRiaperture ristoranti, palestre e cinema. Scuola in presenza a maggio

Riaperture ristoranti, palestre e cinema. Scuola in presenza a maggio

“Il governo ritiene che l’obiettivo di vaccinare l’80 per cento della popolazione entro l’autunno sia realizzabile”, scrive il premier Mario Draghi nella sua relazione presentata ieri con il ministro Daniele Franco al consiglio dei ministri che ha approvato il Def e lo scostamento. “È inoltre possibile – aggiunge il presidente del Consiglio – fare affidamento sulla disponibilità nei prossimi mesi, di nuove terapie a partire da quelle basate sugli anticorpi monoclonali”. Mentre dunque procede la campagna di immunizzazione degli italiani, questa mattina si è tenuta a Palazzo Chigi la cabina di regia sulle riaperture con i ministri Roberto Speranza, Maria Stella Gelmini, Giancarlo Giorgetti, Dario Franceschini, Stefano Patuanelli ed Elena Bonetti, capi delegazione di maggioranza, e il responsabile dell’Istruzione Patrizio Bianchi. L’ipotesi che si fa strada è quella di prevedere, dove i dati lo consentono, una zona gialla rafforzata già a partire dal 26 aprile, con la possibilità per i ristoranti di restare aperti anche la sera, ma solo con i tavoli all’aperto. Inoltre, si è parlato dell’avvio delle scuole superiori in presenza al 100%  sempre dal 26 aprile, tranne che in zona rossa. Già attivati i tavoli prefettizi nelle varie città che stanno lavorando per organizzare il Trasporto pubblico locale nei vari territori.

Colori delle Regioni, solo tre restano in rosso. La Campania diventa arancione. L’Rt scende a 0,85

di

Michele Bocci

16 Aprile 2021

Scuole in presenza dal 26 aprile

In questo modo, quindi, nell’ultimo mese di scuola tornerebbero in presenza tutti gli 8,5 milioni di studenti italiani. Al momento 6,6 milioni frequentano in presenza, circa 2 milioni a distanza. Il decreto legge valido fino al 30 aprile, per la scuola ha previsto che le scuole infanzia, primaria, e il primo anno delle scuole medie siano in presenza in tutto il territorio azionale. Le classi seconde e terze medie sono in presenza al 100% nelle aree arancioni e gialle. Le classi seconde e terze medie in area rossa fanno scuola a distanza. Le superiori sono in Dad al 100% in area rossa; frequentano con percentuali tra il 50 e il 100% in area arancione. “Il 3 maggio devono tornare in classe tutte le studentesse e gli studenti. Mi sembra la logica conseguenza del lavoro avviato nelle scorse settimane” – dice all’Ansa la sottosegretaria all’Istruzione Barbara Floridia (M5S).

Covid, Draghi media sulle aperture: “Graduali ma irreversibili”. Si comincia il 3 maggio

di

Tommaso Ciriaco

15 Aprile 2021

Ristoranti aperti la sera dal 26 aprile

Il primo rimo segnale per le riaperture potrebbe esserci già 26 aprile, quando si prevede la ripartenza di alcune attività anche in zona rossa. I ristoranti potrebbero rimanere aperti la sera già a partire dalla stessa data, ma solo con i tavoli esterni e dunque il servizio all’aperto. La svolta il primo o il 3 maggio: riapriranno, come già detto, al 100% tutte le scuole di ogni ordine e grado, anche in area rossa. E torneranno le zone gialle. Cinema e teatri ritorneranno accessibili al pubblico, potrà riprendere il servizio dei bar, forse anticipando la chiusura alle 16. Riprenderanno a lavorare i ristoranti a pranzo. Un secondo step per le riaperture potrebbe essere fissato il 17 maggio. Consentendo la mobilità fra le Regioni, riaprendo dove possibile bar, ristoranti e pub anche la sera, ma a condizione di servire ai tavoli e all’aperto. Il coprifuoco verrebbe posticipato alle 24.

Lo scontro nella maggioranza

Tra le altre ipotesi sul tavolo, già oggetto di scontro politico ieri dopo che il premier ha ricevuto una delegazione leghista guidata da Giorgetti che ha chiesto il ritorno a giallo fin da aprile dove possibile, ci sono le riaperture di cinema, teatri, palestre e ristoranti, questi ultimi con i tavoli a due metri di distanza. Per tutti prenotazioni obbligatorie e misure di sicurezza rigide. Allo studio le misure proposte dalle Regioni, che ieri hanno presentato all’esecutivo un documento molto dettagliato con le linee guida per le riaperture settore per settore anche in zona rossa. Le decisioni di oggi saranno il frutto di una mediazione sulla base della linea imposta da Draghi e basata su due principi: gradualità e irreversibilità.

Covid, l’ultimo affondo della Lega: riaperture già da lunedì ovunque è possibile. Draghi: ora unità, basta dispetti e polemiche

di

Emanuele Lauria

15 Aprile 2021

 

 

 

La ripresa definitiva di ogni attività a inizio giugno. Forse il 7 in coincidenza con la fine delle lezioni in molte regioni. Riapriranno le palestre e le piscine, anche se già a maggio potrebbe aversi un allentamento, a patto che si tratti di corsi individuali o lezioni all’aperto. Chiusi locali notturni e discoteche.

 

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews