lunedì, Giugno 21, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGiochil'orrore si moltiplica. Demo, Mercenari e RE 4 in VR

l’orrore si moltiplica. Demo, Mercenari e RE 4 in VR

Il Villaggio di Resident Evil non è nient’altro che un luogo pregno di “sangue e morte”. Tana di lupi, creature della notte d’ogni genere e risma, mostruosità indecifrabili e conturbanti vampire, dallo sguardo maligno e dalle labbra avide. Ogni nuovo showcase di Village ci conduce nei meandri di un episodio caratterizzato da un fascino seducente e perverso, che dopo i fasti di Resident Evil 7 (qui potete leggere la nostra recensione di Resident Evil 7) sembra alzare ulteriormente la posta in gioco, sia mescolando più stili d’orrore, dove tensione e adrenalina si muovono di pari passo, sia condendo il tutto con una grande dose di esoterismo. L’ultimo evento, che svela la data d’uscita di una demo per console e PC, non solo ci ha mostrato un ispiratissimo trailer, ma ha anche rivelato alcune succose novità che coinvolgono l’ultimo episodio e l’intero franchise di casa Capcom. A sorpresa, tra tutti gli annunci spicca la versione VR di Resident Evil 4: un altro villaggio nel quale torneremo molto volentieri.

La lunga ombra di Madre Miranda

Il più recente trailer di Village compie una rapida ma efficacissima panoramica sulle atmosfere che caratterizzeranno la produzione: le luci del tramonto irradiano un luogo dominato da un male indicibile, che sembra rispondere al nome di Madre Miranda. Una figura estremamente enigmatica, verso la quale persino la gargantuesca Lady Dimistrescu (abbiamo approfondito la carismatica villain nel nostro speciale le origini di Lady Dimitrescu) sembra provare una forte riverenza.

Eppure, le parole di quella che si presuppone essere uno dei pochi abitanti ancora vivi del villaggio appella Madre Miranda come una sorta di protettrice: che la misteriosa megera possa essere una figura più ambigua del previsto, venerata dal popolo di quel borgo sperduto? Siamo certi che la sua vera natura sia uno degli enigmi che Ethan dovrà risolvere, suo malgrado. E proprio il protagonista, in fuga da minacce di ogni sorta e in cerca di sua figlia, strappata dalle braccia di una Mia morente, si troverà al cospetto di orrori dalla natura ben differente rispetto a quelli, già terrificanti, saggiati in Resident Evil 7.

La nuova varietà di creature sembrerebbe donare all’avanzamento un ritmo diverso in confronto a quello del precedente capitolo, in un saliscendi di spettacolarità e puro terrore. L’incontro con gli ultimi sopravvissuti del villaggio, la fuga da una dimora in fiamme, la cattura da parte di Heisenberg e il faccia a faccia con Alcina Dimitrescu sono gli aspetti su cui si concentra il video di presentazione, e a ben vedere potrebbero proprio simboleggiare i cardini principali di un’avventura che, a quanto pare, si muoverà in bilico tra dinamismo e inquietudine serpeggiante. Come rivela il team di sviluppo, il cuore di Resident Evil, fatto di azione, enigmi ed esplorazione, è ancora immutato: Village sembra un punto di incontro tra le anime ludiche e artistiche dei capitoli passati, e questa prospettiva – francamente – non può che esaltarci (abbiamo analizzato più a fondo il gameplay nel nostro speciale su Resident Evil Village in versione PS4 Pro).

Il continuo indugiare, nelle fasi iniziali del trailer, sui quattro stemmi che compongono le casate nobiliari poste al dominio del villaggio, ossia Beneviento, Moreau, Heisenberg e Dimitrescu – che corrispondono anche alle rispettive zone di cui si compone la mappa – ci lascia presagire un maggiore focus sull’esplorazione, dandoci così la misura dell’estensione del gioco.

E se ancora non sappiamo quanto efficace sia il sistema di shooting o del combattimento corpo a corpo, quel che è certo è che l’atmosfera di Village si figura come uno dei punti più alti dell’opera: il carisma e il fascino emanato dagli antagonisti, la follia ritualistica, la ferocia dei Lycans e la repulsiva bellezza delle vampire rappresentano del resto solo la superficie ludica e narrativa di un episodio che sembra avere ancora tanto da raccontare.

Gli strumenti di Ethan per sopravvivere

Tutti vogliono Ethan…morto. Alla fine del trailer una sequela di personaggi poco raccomandabili continua insistentemente a ripetere il suo nome, con una cantilena profondamente inquietante. Per far fronte alle presenze ostili che popolano il villaggio, il protagonista potrà contare su un arsenale di tutto rispetto, che comprende anche fucili da cecchino, e su un sistema di potenziamento che ci porterà addirittura a caccia di animali.

Il coverage di Game Informer, a tal proposito, ci ha permesso di dare uno sguardo più approfondito al modo con cui è possibile aumentare le capacità offensive di Ethan. Nelle zone del Villaggio troveremo una serie di animali, alcuni innocui (come i pesci o le galline), mentre altri decisamente più aggressivi: una volta eliminati a suon di proiettili, il nostro sfortunato eroe potrà consegnare la carne al repellente mercante The Duke, che ci cucinerà delle “prelibate” pietanze con cui ottenere upgrade di varia natura .

Il fattore che potrebbe distoglierci dal compiere un massacro di animali risiede nella scarsità di munizioni a disposizione: in qualità di survival horror, Village non dovrebbe dispensare una gran quantità di pallottole, e al giocatore spetterà decidere se consumare preziosi proiettili per abbattere un montone o se conservarli nel caricatore in prospettiva di incontri più pericolosi. Facendo saltare la testa a qualche licantropo, inoltre, avremo modo di sgraffignare dai loro cadaveri alcune monete (i Lei romeni) con le quali pagare i potenziamenti alle armi, gentilmente forniti da Duke. Qualora trovassimo sparsi lungo l’ambiente alcuni oggetti di valore, in aggiunta, potremo sempre rivolgerci al voluminoso mercante per venderli e scambiarli con altra valuta, così da incrementare il nostro portafoglio. L’ottenimento delle risorse e delle armi, come in ogni Resident Evil che si rispetti, non è illimitato, e il posizionamento degli oggetti dovrà essere attentamente calcolato per non occupare l’intero spazio nella griglia dell’inventario. Insomma, anche se a Ethan non mancheranno gli strumenti per sopravvivere alle imboscate dei Lycans, siamo convinti che salvare la pelle non sarà un’impresa tanto facile.

Le pallottole dei Mercenari

Dal momento che Village segue più i canoni di un survival horror che di uno shooter in prima persona, i giocatori desiderosi di dar fuoco alle polveri, senza dover contare ogni proiettile, saranno felici di poter sfogare la propria furia con la ritrovata Modalità Mercenari, che si affianca – come contenuto aggiuntivo gratuito – al multiplayer RE:Verse (a questo link trovate la nostra prova della beta di Resident Evil Re:Verse).

Il minigioco, come i fan della serie ben sapranno, si distingue per un ritmo piuttosto accelerato e per la sua natura smaccatamente arcade, pensata per mettere da parte qualsiasi velleità horror e fare a brandelli ogni minaccia che si presenterà dinanzi ai nostri occhi entro un tempo limite. Mercenaries ritorna in questo capitolo con alcune novità: anzitutto, al pari del titolo base, sarà in prima persona, e siamo curiosi di scoprire quali altri personaggi potremmo impersonare oltre al già noto Ethan e – presumibilmente – a Chris Redfield; inoltre tra un’area e l’altra potremo accedere all’emporio di The Duke, dove acquistare nuove armi con la valuta raccolta oppure potenziare quelle in nostro possesso.

Allo scopo di sbrandellare licantropi e abomini vari, il protagonista potrà ricorrere anche ad alcune abilità recuperate lungo le arene, i cui effetti spaziano dall’incremento dell’efficacia della guardia all’aumento della velocità, passando per il potenziamento delle pistole. Con la scelta dell’upgrade da attivare, l’utente ha così la capacità di adottare il proprio stile di gioco preferito, variare l’approccio alle partite e provare a massimizzare il punteggio alla fine di ogni area. Capcom promette un’esperienza decisamente complessa negli stage più avanzati, con ricompense adeguate per i giocatori più tenaci. In base alle poche clip di gameplay, possiamo ammirare un ritmo assai sostenuto e una buona diversificazione delle armi imbracciate: visti in azione nelle mappe di Mercenari, i licantropi fanno decisamente meno paura…

La Demo

Dopo la Demo Maiden in esclusiva per PlayStation 5, concepita unicamente per permetterci di dare uno sguardo al comparto tecnico e al castello di Lady Dimistrscu, arriva il momento di testare con mano una vera porzione di gioco. La nuova versione di prova sarà disponibile in Europa per tutte le piattaforme dell’attuale e della passata generazione, per un tempo limitato, dal 2 fino al 3 maggio, e permetterà di sperimentare un’ora di gameplay, dandoci modo di esplorare sia il villaggio sia la tetra magione di Alcina.

Gli utenti delle console Sony avranno inoltre la facoltà di accedere in anticipo alle due porzioni della demo, in un evento che Capcom ha definito “8 ore nel Villaggio“, ricollegandosi al fatto che Village rappresenta, a conti fatti, l’ottavo capitolo della saga. Il 18 aprile in Europa, dalle 17 fino all’una di notte, i possessori di PS4 e PS5 potranno provare 30 minuti di gioco ambientati all’interno del Villaggio; mentre il 25 aprile, sempre dalle 5 del pomeriggio per le seguenti otto ore, i giocatori Sony avranno la facoltà di immergersi in una build situata tra le mura del castello, nuovamente con un tempo limitato che ammonta a mezz’ora di gioco.

Resident Evil 4 in VR

A seguito di una rapida carrellata in cui alcuni celebri membri dell’industria videoludica hanno espresso i loro auguri per il 25esimo anniversario del brand, c’è stata una breve parentesi legata sia alla collaborazione con Dead By Daylight, sia a Infinite Darkness, la nuova serie Netflix in CGI con protagonisti Leon e Claire, ambientata cronologicamente 2 anni dopo i fatti di Resident Evil 4. E proprio al quarto capitolo è stato dedicato un fugace ma interessantissimo annuncio , che non fatichiamo ad annoverare come la più grande sorpresa dello showcase.

L’avventura di Leon nel villaggio spagnolo verrà convertita in realtà virtuale per Oculus Quest 2, a 16 anni di distanza dalla release originale: il cambio di prospettiva (dalla terza alla prima persona) non è ovviamente l’unica variazione, dal momento che il gameplay subirà una forte impennata in termini di immersività. Dalla ricarica delle armi fino al meccanismo di salvataggio, passando per la gestione dell’inventario e la risoluzione degli enigmi, Resident Evil 4 in VR potrebbe rivelarsi un’esperienza ad altissimo tasso di coinvolgimento.

Abbiamo visto troppo poco per poterci esprimere con cognizione di causa sulla qualità della conversione, e dovremo attendere il 22 aprile, data dell’Oculus Showcase, per dare uno sguardo più approfondito al titolo e scoprire tutte le aggiunte sul piano del gameplay.

Grazie all’edizione per PlayStation VR di Resident Evil 7 sappiamo bene quanto la saga possa beneficiare della realtà virtuale, e proviamo un piacevole brivido di entusiasmo nell’immaginare il grado di immersione che potremmo sperimentare su un visore decisamente più evoluto come il Quest 2 (se volete, qui trovate la nostra recensione di Oculus Quest 2).

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews