martedì, Giugno 22, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutail primo giorno di Coinbase a confronto con altre grandi quotazioni pubbliche

il primo giorno di Coinbase a confronto con altre grandi quotazioni pubbliche

Mercoledì, il grande exchange di criptovalute statunitense Coinbase è arrivato in borsa con una quotazione diretta sul Nasdaq.

La performance delle azioni nel primo giorno di trading è stata descritta come complessivamente positiva, conferendo a Coinbase il titolo di exchange di maggior valore negli Stati Uniti, seguito da operatori tradizionali come il Chicago Mercantile Exchange.

Diversi commentatori considerano il primo giorno in borsa di Coinbase un punto di svolta per il settore crypto, ma come sono state le sue prestazioni in confronto a quelle di altre grandi compagnie quotate nell’ultimo decennio?

Con il ticker “COIN,” le azioni di Coinbase sono debuttate a 381$: prezzo come previsto notevolmente superiore al prezzo di riferimento pre-listing di 250$.

COIN ha raggiunto un massimo di 429,54$ prima di scivolare a 310,44$ in un primo giorno difficile e volatile. Le azioni hanno concluso la giornata di trading a 328,28$.

In termini di valutazione, attualmente Coinbase presenta una capitalizzazione di mercato diluita pari a 85,8 miliardi di dollari. Questa cifra colloca la compagnia oltre 10 miliardi di dollari più in alto del CME, il secondo mercato finanziario più prezioso in America.

La quotazione di Coinbase sul Nasdaq è stata senza dubbio una grande vittoria per l’exchange, proprio come Facebook quasi un decennio fa.

A maggio 2012, il colosso dei social media divenne una società pubblica tramite una Initial Public Offering sul Nasdaq. Come Coinbase, il primo giorno di trading di Facebook ha visto una price action volatile in quanto la quotazione coincise con un declino del mercato azionario statunitense.

Un rally del 18% tracciato dal prezzo delle azioni Facebook spinto dall’entusiasmo iniziale ha presto ceduto il passo a un enorme crollo. Alla chiusura della prima giornata, FB si trovava a soli 0,23$ al di sopra del prezzo IPO.

Mentre Facebook non è riuscito a impressionare, Airbnb, un’altra grande quotazione sul Nasdaq, è partita a gonfie vele nel suo primo giorno di trading a dicembre 2020. Il colosso delle case vacanza ha visto il prezzo delle sue azioni tracciare un aumento di oltre il 110% al termine della prima giornata.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews