lunedì, Giugno 14, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroIl KGB aveva un programma di scambio di informazioni classificate con extraterrestri

Il KGB aveva un programma di scambio di informazioni classificate con extraterrestri

Si ritiene che la Russia sia a conoscenza di esseri extraterrestri da oltre 40 anni, e funzionari di alto rango ripetuti hanno cercato di svelare questo segreto, ma senza alcun risultato.

I media apparentemente sono riusciti a intervenire ogni volta, impedendo loro di diffondere le informazioni desiderate in modo serio, o addirittura di screditarli o ridicolizzarli.

Mi piace anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

L’era sovietica aveva il Ministero della Difesa a lavorare su progetti davvero audaci che avrebbero dato ai soldati abilità sovrumane. Durante queste prove, un team di ricercatori ha riscontrato un segnale proveniente da forme di vita intelligenti provenienti dall’esterno della Terra.

La storia è diventata nota dopo che l’uomo responsabile di questo programma top secret ha rivelato numerosi dettagli ai media russi. Sostenendo le sue affermazioni, Alexey Savin, membro dell’Accademia di scienze naturali e attuale tenente generale di riserva, si è fatto avanti e ha condiviso le sue conoscenze riguardo a un gruppo di scienziati russi della fine degli anni ’80 che potevano mettersi costantemente in contatto con i rappresentanti di un specie intelligenti di extraterrestri.

Tuttavia, il primo uomo ad agire rivelando questi fatti scioccanti alla stampa è stato Vasily Yeremenco, un generale maggiore ora in pensione che afferma di aver usato una tecnologia militare speciale per recuperare informazioni aliene dagli incontri con gli UFO.

Ammette che le informazioni provenienti da queste fonti ultraterrene erano abbondanti in quel momento e hanno aiutato i russi a plasmare il futuro del loro paese. In effetti, i suoi obiettivi erano di sopprimere qualsiasi conflitto che sarebbe insorto tra la Russia e altre civiltà aliene.

Nel 1984, il KGB è stato coinvolto in un ampio studio che documentava un fenomeno inspiegabile vicino all’area di Vladimirovska, un luogo che non è stato scelto a caso perché la maggior parte degli incontri UFO erano noti per essere attratti da punti pericolosi in cui venivano dispiegate armi di distruzione di massa.

Vasily Yeremenko

Afferma che, a causa di questo, il KGB non doveva più perseguire gli UFO. Hanno invece imparato a evocarli sul loro terreno. “Possiamo dire che abbiamo imparato a convocare gli UFO a Vladimirovska”, ha detto Savin in un notiziario.

“Per fare questo, abbiamo aumentato drasticamente il numero di voli militari e il movimento dell’attrezzatura. Se l’intensità dalla nostra parte aumentava, gli UFO apparivano con una probabilità del cento per cento “.

Le prove furono interrotte dopo circa sei mesi di costante evocazione UFO. I russi conclusero che la scienza , almeno allora, non era in grado di fare la differenza tra un UFO e un aereo convenzionale. Nella migliore delle ipotesi, ea causa della costante minaccia di una guerra incompiuta, le imbarcazioni ultraterrene verrebbero confuse con la nuova tecnologia testata dagli Stati Uniti o dal Giappone.

Yaremenko lo ha scoperto dai suoi “compagni”. “L’argomento UFO oggi è onnipresente”, ha detto in un comunicato stampa dopo il suo ritiro.

“Proprio a causa della sua natura scandalosa, gli scienziati seri non sono disposti a identificare la loro posizione su questo tema. I piloti spesso vedono tali oggetti, ma hanno il diritto di veto su questo argomento, così come gli astronauti. In conversazioni riservate parlano delle loro esperienze di incontro con gli UFO, ma hanno paura di parlarne pubblicamente “.

Nella sua accettazione, l’argomento UFO non dovrebbe essere preso alla leggera perché rappresenta una questione di sicurezza globale.

Ha inoltre rivelato una tecnica classificata utilizzata dal KGB per controllare il cervello umano attivando abilità sovrumane attraverso di esso. La prova dell’esistenza e della continuità di questo progetto sta nel DARPA, con il suo audace piano di creare “futuri soldati” utilizzando chip futuristici impiantati nel cervello.

“Nel processo di ricerca, siamo giunti alla conclusione che un essere umano fosse un sistema energetico e informativo che riceve informazioni dall’esterno. Questo è precisamente il motivo per cui un essere umano può manifestare abilità paranormali “, ha rivelato Savin.

Oltre al personale militare e all’equipaggio scientifico, è stata riunita una squadra di donne per svolgere alcuni dei compiti cruciali.

Inoltre, Sevin ha spiegato come avevano ottenuto un modo per comunicare con civiltà extraterrestri utilizzando le funzioni del cervello umano che agiva come un radiofaro nello spazio, consentendo così ai russi di ricevere messaggi extraterrestri.

“Volevamo stabilire un contatto con rappresentanti di altre civiltà. E l’abbiamo fatto. Abbiamo dovuto sintonizzare il profilo energetico del cervello umano su un’onda particolare, come una radio “.

Nessun prodotto chimico o farmaco è stato utilizzato sui soggetti durante i test e gli scienziati hanno anche escogitato un modo per capire se le persone stavano facendo progressi o se stavano solo avendo allucinazioni. Quello che è successo dopo è stato sbalorditivo. Sei persone hanno avuto il privilegio di toccare effettivamente esseri extraterrestri e un membro della squadra è stato persino concesso l’accesso a una delle loro astronavi.

Gli alieni hanno fornito alcune informazioni sulla struttura della loro società, ma hanno omesso parti importanti come i dettagli militari. Presumibilmente hanno lasciato la conoscenza delle procedure mediche che potrebbero curare la maggior parte delle malattie. Savin ha detto ai giornalisti che la razza umana si è evoluta così precariamente che gli alieni ci paragonerebbero facilmente ai neonati.

Secondo lui, “la nostra civiltà è troppo giovane per interessarli come soggetto di dialogo. Poiché siamo anche una parte dell’universo, possiamo danneggiare noi stessi e altre civiltà con le nostre azioni sciocche, quindi si prendono cura di noi. “

Nel 1993, la politica si è intromessa, l’intero progetto è stato abbandonato e il team si è sciolto, ma il metodo di manipolazione del cervello è rimasto in uso presso l’Accademia Gagarin, dove un nucleo di scienziati ha continuato a sviluppare e migliorare lo schema, e non è un segreto più che queste tecniche tenute segrete dai militari russi sono usate anche dagli americani.

“Quattro anni fa abbiamo provato a ripetere l’esperimento e abbiamo avuto successo”, ha detto Savin. “Cervelli e persone di talento sono ancora presenti nell’industria della difesa. Perché nascondere qualcosa alle persone? Invece, devono prepararsi per nuove sfide “.

Se gli alieni vengono in pace e vogliono solo controllarci per il nostro bene, perché Savin sta considerando che dovremmo prendere sul serio la questione, più come una possibile minaccia globale e meno come i nostri angeli custodi?

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews