martedì, Maggio 18, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCulturaIl ritorno di Azione - Il Sole 24 ORE

Il ritorno di Azione – Il Sole 24 ORE

Non bastarono neppure l’assassinio di Carlo e Nello Rosselli, da parte dei sicari della Cagoule in Francia, le aggressioni fasciste ed il confino di Lussu a spegnere questo grande sogno repubblicano, socialista e democratico. E così quel sogno venne ripreso anni più tardi, durante la seconda guerra mondiale.

In una nota riunione del 1942, tenutasi nella casa romana di Federico Comandini, figlio di Ubaldo, già ministro repubblicano nel Governo Boselli, il Partito d’Azione venne rifondato. A quella riunione parteciparono alcuni dei più illustri esponenti dell’antifascismo di quegli anni: filosofi, intellettuali, partigiani come Guido Calogero, Ugo La Malfa, Mario Vinciguerra, Edoardo Volterra, Alberto Damiani. Tanti altri aderirono successivamente, come Ferruccio Parri, subito chiamato a presiedere il Governo; Piero Calamandrei, Adolfo Tino, Mario Bracci, di ispirazione liberal democratica; altri avevano idee radicali e progressiste, come Adolfo Omodeo, Guido Dorso, Luigi Salvatorelli; altri ancora, come Riccardo Lombardi, Norberto Bobbio e Tristano Codignola, erano liberalsocialisti. I sette punti del programma azionista riflettevano le emergenze dell’epoca ma contenevano anche una visione lungimirante e avanguardistica dell’Italia e dell’Europa.

Essi propugnavano la nascita dello Stato repubblicano, invocavano la laicità dello Stato, la riforma agraria, l’autonomia ed il regionalismo dei territori, la federazione dei popoli europei. Punto, questo, raccolto e sviluppato nel Manifesto di Ventotene, scritto da Altiero Spinelli, Enrico Rossi ed Eugenio Colorni. Tutti antifascisti rinchiusi nel confino delle isole pontine consapevoli, con grande intuizione, che lo Stato ottocentesco avrebbe dovuto, un giorno, lasciare il passo ad un’organizzazione più ampia, di ispirazione e dimensione europea. Quella che, a distanza di oltre settant’anni, non siamo ancora riusciti a completare.

Anche il rifondato Partito d’Azione esaurì la sua spinta innovatrice, nel dopoguerra, rimanendo da allora sopito, impotente spettatore di una politica che, nei decenni a venire, avrebbe celebrato la nascita e la morte di tanti partiti, avvitandosi, sempre più, nei suoi mali endemici: clientelismo, correntismo, leaderismo. Sino ai minimi termini in cui essa è precipitata nei giorni nostri.

Azionismo di nuovo protagonista

Non poteva dunque tardare oltre il risveglio dell’Azionismo che, dall’oblio, torna di nuovo protagonista. E con esso un rinnovato rapporto tra individuo e potere, senza prevaricazioni dell’uno verso l’altro e viceversa; un rapporto ispirato al pensiero socialista-liberale (o liberalista – sociale) al crocevia delle esperienze di Carlo Rosselli e Piero Gobetti. In questo, possibile equilibrio, lo Stato recupera il proprio ruolo: regolatore ed erogatore di servizi; non più ammortizzatore sociale, merce di scambio per politiche clientelari, imprenditore e occupatore seriale di aspiranti al posto fisso. Esso non viene smantellato e archiviato, come vorrebbe una certa corrente di pensiero neoliberista, né reso obeso e improduttivo, come vorrebbero gli statalisti delle nazionalizzazioni, dei sussidi, dei pensionamenti facili. Lo Stato non viene neppure assorbito del tutto nell’Unione europea o annichilito dalla globalizzazione. E con esso la sovranità, che si esprime attraverso la rappresentanza. Ben diversi sono i sovranismi che oggi tanto proliferano per incapacità della politica di tutelare l’interesse nazionale e partecipare proficuamente al processo di integrazione europea. La UE assomiglia infatti a un grande condominio. Ovunque i condomini, distratti o assenti, subiscono le decisioni e gli interessi altrui. La soluzione è partecipare di più e meglio, non sciogliere il condominio.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews