lunedì, Giugno 14, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGiochiCapcom, il resoconto dell'attacco hacker: 390.000 profili potenzialmente coinvolti

Capcom, il resoconto dell’attacco hacker: 390.000 profili potenzialmente coinvolti

notizie /capcom-resoconto-dell-attacco-hacker-390-000-profili-potenzialmente-coinvolti-v3-511026-800×600.webp” />

Come ricorderete, durante lo scorso mese di novembre Capcom è stata vittima di un esteso attacco ransomware a causa del quale molte informazioni riservate della compagnia sono trafugate online e centinaia di migliaia di account sono stati messi a serio rischio.

Capcom ha pubblicato un aggiornamento con cui ha assicurato che, fortunatamente, nessuna delle carte di credito registrate dagli utenti sui canali della compagnia è stata rubata. Tutti i dati legati ad esse, infatti, sono archiviati in un sito esterno che non è stato in alcun modo intaccato dall’attacco del collettivo di hacker:

“Tutte le transazioni online sono gestite da un fornitore di servizi di terze parti su un sistema separato (non coinvolto in questo attacco) e, Capcom non conserva tali informazioni internamente”, si legge nel comunicato ufficiale del publisher.

A seguito delle indagini, la compagnia ha poi confermato che il numero totale di account effettivamente compromessi ammonta per il momento a 15.649, una cifra considerevole ma comunque meno grave rispetto a quanto previsto e dichiarato da Capcom stessa nelle settimane precedenti. Tuttavia, viene specificato che tra clienti, partner e altri collaboratori esterni, il numero potenziale di persone coinvolte arriva fino a circa 390.000 account.

“Poiché una porzione di informazioni non può essere specificatamente accertata a causa di problemi, tra cui i registri persi a seguito dell’attacco, Capcom ha incluso il numero massimo di individui i cui dati sono stati mantenuti su tutti i server potenzialmente compromessi”, ha aggiunto a riguardo il publisher. “Inoltre, l’azienda non è stata in grado di confermare eventuali danni derivanti da un effettivo uso improprio delle informazioni compromesse”.

Ricordiamo che Capcom ha già sottolineato che l’attacco hacker non ha compromesso in modo significativo lo sviluppo dei suoi progetti.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews