Non vanno tanto per il sottile i Francesi con le sanzioni per chi non rispetta le restrizioni contro la pandemia di Coronavirus: il proprietario di un ristorante di Parigi è stato arrestato per aver violato le regole anti Covid ospitando a cena oltre 110 persone.

Dopo mole segnalazioni in città di cene clandestine, il ministro dell’Interno francese Gérald Darmanin ha ordinato un’indagine, affermando che tali episodi sono “totalmente inaccettabili”. Così, il proprietario di un ristorante del 19 ° arrondissement della capitale francese è stato colto in flagrante ed è stato arrestato dalla polizia.

Gli oltre cento commensali che partecipavano alla cena nel suo locale sono inoltre stati multati, per aver anche loro violato le restrizioni contro la diffusione della pandemia. Gli agenti sono stati chiamati a seguito di una denuncia per rumori molesti, scoprendo così il raduno clandestino nel ristorante.

Le sanzioni per la violazione delle indicazioni sanitarie in Francia arrivano potenzialmente a un anno di reclusione e a una multa di 15mila euro per aver messo a rischio la sicurezza delle persone per il proprietario del locale, mentre per gli ospiti la multa prevista è di 135 euro per aver violato il coprifuoco più altri 135 euro per non aver indossato la mascherina.

[Fonte: BBC]