giovedì, Giugno 24, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGossipVaccini, la nuova ordinanza dà priorità assoluta ad anziani, fragili, caregiver. In...

Vaccini, la nuova ordinanza dà priorità assoluta ad anziani, fragili, caregiver. In uso anche AstraZeneca

Con la nuova ordinanza n. 6/2021 inviata alle Regioni, il commissario straordinario all’emergenza Covid-19, generale Francesco Paolo Figliuolo ha stabilito l’ordine delle priorità del piano vaccinale in Italia.
Prima di chiunque altro gli ultraottantenni. Subito dopo le persone con «elevata fragilità» come, per esempio, quelle con handicap gravi e chi è afflitto da patologie tumorali o cardiovascolari sempre di livello grave. Insieme a loro i caregiver, cioè gli assistenti, le badanti, i genitori o i tutori.

Successivamente, toccherà alle «persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni e, a seguire, di quelle di età compresa tra i 60 e i 69 anni».

Viene specificato inoltre che, parallelamente alle suddette categorie «è completata la vaccinazione di tutto il personale sanitario e sociosanitario, in prima linea nella diagnosi, nel trattamento e nella cura del COVID-19 e di tutti coloro che operano in presenza presso strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private».

A seguire, saranno vaccinate le altre categorie considerate prioritarie dal Piano nazionale, parallelamente alle fasce anagrafiche secondo l’ordine indicato.

CONFERMATO L’USO DI ASTRAZENECA
Subito dopo l’indicazione delle categorie più anziane, il testo dell’ordinanza riporta in grassetto un riferimento specifico al vaccino AstraZeneca, sottolineando che la vaccinazione sarà eseguita «utilizzando prevalentemente vaccini Vaxzevria (precedentemente denominato COVID-19 Vaccine AstraZeneca ) come da recente indicazione dell’Aifa» l’agenzia italiana per il farmaco.
AstraZeneca è stato infatti raccomandato proprio oltre i 60 anni, perchè considerato a minor rischio possibile delle conseguenze di effetti trombotici (fino a questo momento riscontrate peraltro in rarissimi casi). Il suggerimento è di utilizzarlo a pieno ritmo a partire dalla categoria più anziana. Non è inoltre esclusa la possibilità individuale di richiederne la somministrazione se under 60, previa anamnesi.

LEGGI ANCHE

Vaccino AstraZeneca, cosa dice il foglietto illustrativo aggiornato su casi rari e sintomi collaterali

SECONDE DOSI
Quanto alla somministrazione delle seconde dosi e alla paventata possibilità di completare il ciclo con un vaccino diverso rispetto a quello della prima dose, l’ordinanza specifica che: «le persone che hanno già ricevuto una prima somministrazione, potranno completare il ciclo vaccinale col medesimo vaccino».

 

LEGGI ANCHE

L’Ema su AstraZeneca e trombosi: «casi rari, 1 su 100.000 il tasso dei riporti». Confermata l’efficacia

LEGGI ANCHE

Vaccino anti-Covid, quando arriverà quello per gli under 12

 

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews