martedì, Maggio 18, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMangiareTorino, chiuso il bar nel centro vaccinale: violava le norme anti-Covid

Torino, chiuso il bar nel centro vaccinale: violava le norme anti-Covid

Quando penserete a un “paradosso”, probabilmente d’ora in avanti vi verrà in mente quanto è successo a Torino ieri: è stato chiuso dai vigili il bar nel centro vaccinale di via Artom. Perché? Per violazione delle norme anti-Covid.

Tra tutti i casi di violazione delle norme anti-Covid, chiudere un bar operativo all’interno di un centro vaccinale è davvero un paradosso degno di nota: ma purtroppo non è uno scherzo e il locale dovrà rimanere chiuso per cinque giorni, lasciando nel frattempo il personale tutto il giorno senza cibo e bevande.

Il bar si trova all’interno dell’impianto sportivo Cus di Torino, che è appena stata riconvertita in centro vaccini contro il coronavirus. Ma i vigili hanno riscontrato alcune irregolarità, tra cui il fatto che venisse consumato del cibo all’interno del locale. Così hanno fatto scattare sanzione e chiusura. Secondo i successivi controlli, si è potuto verificare che l’attività non rientrava nella categoria di attività commerciale come altri bar, ma esercita soltanto un’autorizzazione per somministrare cibo a chi frequenta l’impianto sportivo, che però per l’emergenza pandemica è chiuso.

“Nel bar quando sono arrivati i vigili, c’era un solo signore che stava uscendo con un panino in mano e mentre usciva lo addentava, non era seduto all’interno e non c’era nessun altro”, spiega il gestore del bar all’interno della struttura del Cus. “Quel che viene contestato è che il cliente avrebbe dovuto portarsi via il panino imbustato e mangiarlo solo all’esterno, ma chiederò una deroga per questo, vista la situazione di emergenza e la destinazione della struttura non basta poter fare solo asporto. Intanto aspetto il 14 aprile per riaprire, perché quello che offro con il mio bar è un servizio essenziale nella struttura“, aggiunge.

Resta il dubbio per quando riaprirà, anche se, essendo il Cus stato riconvertito in centro vaccinale, potrà comunque fornire, dopo i cinque giorni di chiusura per legge, il servizio bar ai frequentatori del centro come forma estensiva dell’attività dell’impianto sportivo: “Nella struttura ogni giorno lavorano in turno almeno 100 persone tra medici e infermieri che hanno bisogno di mangiare , o comunque di prendere un caffè e fare una pausa. Chiederò per questo una deroga al Comune, e quindi allo sportello per le attività produttive, per poter dare ospitalità a chi mangia visto la situazione di emergenza. Vanno infatti contati gli oltre mille utenti che vengono a vaccinarsi, molti sulla carrozzina e anche senza riparo in caso di pioggia o se fa freddo. Spero quindi di poter riaprire per dare questo servizio“.

E pensare che già in questi due giorni gli utenti hanno lamentato di non poter acquistare cibo o bevande durante l‘attesa del vaccino. Anche questo è “un paradosso”.

[ Fonte: la Repubblica ]

 

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews