mercoledì, Agosto 4, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCriptovalutala Cina sta usando Bitcoin come ‘arma finanziaria’ contro gli Stati Uniti

la Cina sta usando Bitcoin come ‘arma finanziaria’ contro gli Stati Uniti

Peter Thiel, co-fondatore di PayPal e venture capitalist, ha avvertito che il governo centrale cinese potrebbe supportare Bitcoin per compromettere le politiche monetarie ed estere degli Stati Uniti.

Ha tuttavia spiegato che il Paese ha cercato di usare l’euro allo stesso modo.

Durante un evento virtuale organizzato da una no-profit conservatrice, la Richard Nixon Foundation, Thiel si è espresso in merito alla possibilità che la valuta digitale emessa dalla banca centrale, o CBDC, cinese possa minacciare la posizione del dollaro statunitense come valuta di riserva globale.

Thiel, notoriamente pro-Bitcoin, ha suggerito che una “stablecoin interna in Cina” finirà per essere poco più di “una sorta di strumento di misura totalitario,” aggiungendo però che la Cina potrebbe vedere Bitcoin come un modo per erodere l’egemonia del dollaro:

“Dal punto di vista della Cina, non è positivo che gli USA abbiano questa valuta di riserva, perché fornisce una grande influenza sulla catena di fornitura del petrolio e un sacco di cose simili.

Pur essendo una persona pro-crypto e pro-Bitcoin, mi chiedo se a questo punto BTC dovrebbe essere considerato in parte anche un’arma finanziaria cinese contro gli USA, che minaccia il denaro fiat ma in particolare il dollaro statunitense.”

Thiel ha sottolineato i tentativi cinesi di denominare il commercio di petrolio in euro per indebolire la posizione globale del dollaro:

“Credo che anche l’euro possa essere visto come un’arma cinese contro il dollaro. Non è proprio andata così nell’ultimo decennio, ma alla Cina sarebbe piaciuto vedere due valute di riserva.”

Il venture capitalist ha ipotizzato che la Cina non vuole davvero rendere il suo renminbi la valuta di riserva globale, facendo notare che il governo dovrebbe “aprire i suoi conti di capitali” e altre misure “che non vogliono proprio adottare.”

Pertanto, Thiel conclude che supportare Bitcoin offre alla Cina un mezzo elegante per indebolire la posizione internazionale del dollaro:

“La Cina vuole fare cose per indebolire il dollaro. La Cina è long su Bitcoin e forse, da un punto di vista geopolitico, gli USA dovrebbero porsi delle domande su come funziona esattamente.”

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews