giovedì, Luglio 29, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGossipIl principe Filippo e la regina Elisabetta, che si sono amati davvero

Il principe Filippo e la regina Elisabetta, che si sono amati davvero

Di bell’aspetto, capelli biondissimi, alto e atletico. Il principe di Grecia ha impressionato la giovane principessa – allora conosciuta solo come Lilibet – giocando a tennis, al college, durante il loro primo incontro «organizzato». Avevano già partecipato più volte agli stessi eventi, come al matrimonio nel 1934 della cugina di Filippo, la principessa Marina, in seguito duchessa di Kent, con lo zio della principessa Elisabetta, il principe Giorgio, duca di Kent, e poi all’incoronazione di Giorgio VI nel 1937.

Ma fu a Dartmouth, quando il re Giorgio VI e la moglie Elisabetta visitarono il college navale con le loro due figlie, Elisabetta e Margaret, che Filippo, allora diciottenne, e la tredicenne Lilibet ebbero il loro primo incontro ufficiale. Era il luglio 1939. Da quel momento iniziarono una regolare corrispondenza e si incontrarono in diverse occasioni.

Perché una cosa è sempre stata certa: Elisabetta II, 95 anni il prossimo aprile, ha avuto un solo grande amore. Philip Mountbatten, nato come principe Filippo di Grecia e Danimarca, diventato poi duca di Edimburgo, consorte della più longeva sovrana britannica. Il principe Filippo si è spento a 99 anni il 9 aprile 2021, e l’ annuncio ufficiale non poteva non arrivare dalla sua Lilibet, con «profondo dolore».

Dal 1939 in poi, i due si scrissero sempre, appoggiati dallo zio di Filippo, Lord Mountbatten, primo sostenitore della loro unione. Ma le cose sarebbero diventate serie solo dopo la guerra. Quando Filippo venne invitato a Balmoral nell’estate del 1946, fu subito chiaro che Elisabetta era innamorata. Si fidanzarono ufficiosamente quell’estate, ma l’ annuncio ufficiale venne ritardato fino a quando la principessa Elisabetta non raggiunse l’età di 21 anni e tornò da un tour reale in Sudafrica. Filippo fece domanda per ottenere la nazionalità britannica e nel febbraio 1947 divenne un suddito britannico naturalizzato, rinunciando al suo titolo reale greco.

Il fidanzamento ufficiale è stato annunciato alla Gran Bretagna il 10 luglio 1947, esattamentre 73 anni fa. Una vita fa. Le storiche nozze sono state celebrate il 20 novembre 1947 nella solenne Westminster Abbey di Londra, e per la prima volta trasmesse in tv. Lei era una principessa di 21 anni, lui un ufficiale di Marina di 26. Dalla fine della Seconda guerra mondiale era passati sono due anni, e il royal weeding aveva un forte valore simbolico: porre le basi per il futuro del Paese, dimostrare la volontà di ripresa.

Alla cerimonia parteciparono tutte le case regnanti al mondo, migliaia di persone scesero nelle strade e nelle piazze di Londra per guardare la nuova coppia reale e – per la prima volta – la cerimonia venne registrata e trasmessa sui canali della BBC. Dopo le nozze, la coppia reale è andata ad abitare a Clarence House, a Londra, ora casa di Carlo e Camilla. Il primo figlio, Carlo, è nato nel novembre 1948. Dopo di lui, sono arrivati Anna (1950), Andrea (1960) ed Edoardo (1964). Elisabetta, intanto, era salita al trono col nome di Elisabetta II. Era il 6 febbraio 1952, aveva solo 25 anni.

Elisabetta ha sempre parlato di Filippo con grande affetto, iniziando tutte le frasi con «mio marito e io», definendolo «la mia forza»; lui ha sempre rispettato i «tre passi indietro» rendendo sempre ben chiaro a tutti che fosse lei a tenere in testa la corona.

La regina impegnata con la vita ufficiale, Filippo occupato ad educare i figli. Lui irrequieto, deciso e pungente, lei cauta, austera, e determinata. Filippo è sempre stato «il bastone cui ci si aggrappa nei momenti di difficoltà». Insieme hanno visitato ogni angolo delle ex colonie e non solo, incontrato i leader più importanti del pianeta, preso parte a qualsiasi tipo di inaugurazione. Lei fedele ai tailleur nei toni pastello, lui frequentemente in alta uniforme. Tante le voci sui (presunti) tradimenti di lui, ancora di più con l’arrivo di The Crown, ossia la vita di «Lilibet» – seppur romanzata – sbattuta sotto ai riflettori. Ma la regina ha sempre preferito non dare peso ad alcun tipo di «pettegolezzi». Da sempre contraria al divorzio, Elisabetta II è sempre stata più propensa a soffermarsi sulle tante cose in comune: le collezioni d’arte, i picnic sui prati scozzesi, lo stesso liquore preferito (il gin, of course). Filippo, d’altronde, è sempre riuscito a farla ridere. Come quando nel giorno dell’incoronazione, le sussurrò: «Ma dove hai preso quel cappello?».

L’ultimo anniversario l’hanno «festeggiato» a Windsor, in isolamento a causa della pandemia. Per Elisabetta e Filippo abituati ormai a vivere spesso lontani, il 2020 è stato un anno «bonus» per quel che riguarda il loro rapporto: hanno, infatti, trascorso insieme molto più tempo. Dal ritiro dalla vita pubblica del 2017 Filippo era solito vivere per gran parte dell’anno a Sandringham, mentre la regina continuava a tenere le fila da Buckingham Palace. Lo raggiungeva solo durante le vacanze. Ma l’isolamento forzato li ha riuniti. «È stato un anno di turbolenze in quanto il mondo è stato colpito dalla pandemia, ma per loro è stato anche l’anno in cui hanno potuto trascorrere molto tempo insieme, il che è per loro un grande vantaggio», aveva rivelato il commentatore reale Richard Fitzwilliam. 

La devozione di Filippo per sua moglie è sempre stata chiara. Il suo primo segretario privato in assoluto Michael Parker, un amico dai tempi della Marina, ha rivelato: «Il giorno in cui mi ha offerto il mio lavoro, mi ha detto che il suo primo, il suo secondo e anche il suo ultimo lavoro è sempre stato quello di non deluderla».

LEGGI ANCHE

Morto il principe Filippo, l’ annuncio con «profondo dolore» della regina Elisabetta

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews