sabato, Luglio 24, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroLe autorità della Yakutia popoleranno la tundra di mammut

Le autorità della Yakutia popoleranno la tundra di mammut

I funzionari sono fiduciosi che un giorno i tentativi di clonare un animale estinto dovrebbero dare i loro frutti.

Il ritmo di sviluppo delle tecnologie e della scienza moderne consente di parlare della possibilità di clonare un mammut nel prossimo futuro, ha affermato il capo di Yakutia Aisen Nikolaev.

Mi piace anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

“Sono sicuro che vedremo ancora mammut viventi camminare lungo la tundra yakut”, ha detto il capo della repubblica.

Secondo il presidente dell’Accademia delle scienze russa Alexander Sergeev, la Yakutia intende fare della fauna mammut il proprio marchio, incluso il turismo.

“Ora il mammut, da simbolo di antichità, eternità, paleontologia, in un certo senso può trasformarsi in un simbolo della scienza moderna, che promuove davvero la Yakutia. Cioè, non sarà solo un marchio turistico, ma un marchio scientifico della Yakutia “, – Alexander Sergeev.

Nikolaev ha anche riferito sui compiti principali nello studio della fauna dei mammut. Uno di questi è portare l’estrazione dell’osso di mammut nella sfera della regolamentazione legale.

In Russia, oltre l’80% dei resti della fauna dei mammut sono concentrati nel territorio della Yakutia, che è di circa 500 mila tonnellate.

I tentativi di estrarre materiale adatto per la clonazione dai resti di mammut lanosi (Mammuthus primigenius) sono in corso da decenni. Con lo scioglimento del permafrost, i resti di animali antichi hanno cominciato a essere trovati sempre più spesso e gli scienziati si aspettano di trovare campioni adatti.

Tuttavia, la probabilità di un tale progresso scientifico nei prossimi anni è ancora bassa. La clonazione dei mammut secondo la tecnologia classica, quando il nucleo di una cellula vivente è inserito nell’uovo, è impossibile. Nei tessuti molli dei mammut, anche molto ben conservati, non ci sono tali cellule.

Nei campioni di tessuto congelato, a volte è possibile trovare singoli nuclei interi di cellule, ma quando i resti di animali antichi si scongelano, vengono distrutti e gli scienziati non hanno ancora la tecnologia che consente di preservare la struttura della cellula durante scongelamento.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews