sabato, Maggio 8, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGossipSerbia e non solo, come si fa il vaccino all'estero

Serbia e non solo, come si fa il vaccino all’estero

Settima a livello mondiale, seconda in Europa dopo il Regno Unito. La Serbia, con un terzo della popolazione, che ha già ricevuto la prima dose, è fra le migliori nazioni per quanto riguarda la campagna vaccinale, tanto avanti da essere in grado di aprire le frontiere ai paesi vicini. Non basta però presentarsi a Belgrado per avere il vaccino.

PERCHÉ LA CAMPAGNA VACCINALE FUNZIONA BENE IN SERBIA
Come spiega in un approfondimento l’Istituto per gli studi di politica internazionale, la Serbia, che non è parte dell’Unione Europea, ha scelto autonomamente quali vaccini importare e utilizzare.

Ha tutti i principali vaccini compresi il russo Sputnik e il cinese Sinovac, che non hanno ancora avuto il via libero dell’Ue.

C’è abbondanza di dosi perché i serbi sono appena 7 milioni e con una popolazione mediamente giovane è stato facile mettere in sicurezza le fasce di età a rischio. La campagna è stata gestiva attraverso un sistema di amministrazione digitale che si chiama eUprava e che manda un sms (serve un numero serbo) con data, ora e luogo dell’iniezione, e anche il vaccino scelto. Sì, perché si può scegliere quali vaccino farsi iniettare.

CHI PUÒ ANDARE IN SERBIA
I primi a muoversi verso la Serbia sono stati gli abitanti dei paesi confinanti che sono fra quelli con meno dosi a disposizione in Europa. Dopo è partito il resto del continente come ha fatto il conte Simone Avogadro di Vigliano la cui storia è stata raccontata dal Corriere della Sera. Quando la sua storia è diventata di dominio pubblico sono arrivate centinaia di chiamate e e-mail agli uffici del consolato serbo a Milano e dell’ambasciata a Roma.

In teoria possono andare tutti, ma essere riusciti a iscriversi on line al sistema (è in serbo, ma con un traduttore automatico ci si orienta) non dà la certezza del vaccino. È una richiesta di adesione che entra in una lista d’attesa. I vaccini sono gratuiti anche per gli stranieri e anche se non hanno un permesso di soggiorno nel paese. Dai paesi confinanti sono arrivati in decine di migliaia fra fine marzo e inizio aprile su invito del governo che aveva 20mila dosi di AstraZeneca in scadenza. È aperto a tutti senza divisioni di categorie ed è stato fatto anche ai rifugiati.

I VANTAGGI PER LA SERBIA
C’è chi ha definito tutta l’operazione «diplomazia del vaccino». Belgrado sceglie i vaccini occidentali, ma anche quelli che vengono da Oriente. Assume il ruolo di leader della zona balcanica con i paesi confinanti, a cui ha dato molte dosi di tutti i vaccini tranne il cinese Sinovac che potrebbe essere addirittura prodotto internamente. Si fa anche una bella pubblicità turistica: vieni a fare un giro da noi e ti vacciniamo gratis come aveva già detto Cuba, inaugurando il turismo vaccinale, ma con il vantaggio che in Serbia ci si arriva in meno tempo.

RAGGIUNGERE BELGRADO
La logistica non è però cosa da sottovalutare. Per tutto il mese di aprile non ci sono voli diretti dall’Italia, bisogna fare scalo a Vienna, Zurigo o Budapest. In macchina da Milano sono 11 ore. Esistono compagnie di pullman.

GLI ALTRI PAESI
In Italia qualcuno ha tentato di farsi fare lo Sputnik a San Marino e in Vaticano chi entra per motivi di lavoro ha la vaccinazione come i parenti dei dipendenti. Gli Emirati Arabi vaccinano quanti passano qui per lavoro. Lo hanno proposto gratuitamente a tutte le squadre di F1 e Moto Gp che hanno partecipato alle gare qui. Manager e non solo hanno approfittato dell’offerta. Partire però dall’Italia e fare due viaggi o restare un mese per le due dosi di Pfizer non è cosa per le tasche di tutti.

LEGGI ANCHE

Vaccini, flop nel weekend di Pasqua. Astrazeneca non decolla

LEGGI ANCHE

Vaccino anti-Covid, quando arriverà quello per gli under 12

LEGGI ANCHE

Vaccinarsi negli Emirati Arabi, una via per i ricchi e non solo

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews