lunedì, Luglio 26, 2021
Disponibile su Google Play
HomeSportInter: tre partite in nove giorni per l'ipoteca sullo scudetto

Inter: tre partite in nove giorni per l’ipoteca sullo scudetto

Dopo due settimane l’Inter torna in campo, al Dall’Ara di gioca Bologna-Inter, partita che chiude la 29a giornata di Serie A.

L’Inter dopo l’allarme focolaio, che ha bloccato i nerazzurri in occasione della partita contro il Sassuolo, fa la conta dei negativizzati al tampone per il Sars-Cov2. Un sospiro di sollievo Antonio Conte, può tirarlo, con il recupero di Handanovic tra i pali, inoltre la notizia del focolaio nella nazionale maggiore azzurra aveva destato molti dubbi tra le fila dei club di Serie A, oggi sono arrivate le conferme della negatività dei tamponi di Barella, Bastoni e Sensi  .  De Vrij, da pochi giorni negativo resterà seduto in panchina, al suo posto Capitan-Ranocchia. Perisic in versione 2.0, di puro stampo contiano, è costresso a rimanere a Milano, insieme a Kolarov, entrambi indisponibili per un piccolo affaticamento muscolare. Danilo D’Ambrosio resta l’unico ancora positivo nerazzurro.

A sorpresa, invece, torna disponibile Arturo Vidal, reduce dell’operazione al ginocchio brucia ogni pronostico sul suo possibile rientro in campo, gli interisti sperano di vedere anche nel suo caso una versione 2.0, la squadra ha bisogno di ogni suo elemento per continuare la lotta scudetto e tenersi aggrappata al primo posto in campionato. Un giocatore come il centrocampista cileno, in grado di fare legna a centrocampo e di essere decisivo in fase offensiva, come nella sua migliore versione quando vestiva la maglia bianconera, può decisamente tornare utile alla causa per riportare un trofeo a distanza di undici anni in via Turini.

Il Bologna deve fare a meno di diversi giocatori, Hickey e Mbaye non sono disponibili. Skorupski è positivo al Covid. Gli ex nerazzurri Medel e Palacio sono costretti ai box, il primo per un affaticamento muscolare e il secondo per squalifica.

C’è un filo, o almeno, in passato c’è stato un filo, che legava l’Inter con un Paese sudamericano in particolare. L’animo nerazzurro si è sposato alla perfezione con alcuni giocatori che venivano dalla terra delle Pampa, l’Argentina, da cui sono arrivati alcuni giocatori memorabili, come Zanetti, Samuel, Cambiasso, Milito.
In anni più recenti siamo stati un po’ più sfortunati, ma qualche giocatore per fortuna ha lasciato anche il segno con la maglia dell’Inter. Non stiamo parlando di Mauro Icardi, ma dell’unico calciatore che con l’ex capitano dell’Inter è riuscito a conviverci, anche solo per mezzo campionato. Stiamo parlando di un uomo speciale: Rodrigo Palacio e Radio Nerazzurra gli ha dedicato un podcast nella serie Storie Nerazzurre

L’Inter non abbandona il suo modulo 3-5-2: Handanovic, negativo al tampone, in mezzo ai pali, difesa con i titolari Skriniar e Bastoni affiancati dal sempre disponibile uomo panchina Andrea Ranocchia, centrocampo con Barella, Brozovic e Eriksen, anche se il danese è in lotta con Gagliardini per il posto da titolare. Sulle fasce Hakimi, confermato ancora una volta titolare e Young, vista l’indisponibilità di Perisic, l’inglese ha la sua chance per riprendersi il posto da titolare. In attacco sempre loro: Lautaro e Lukaku.

Il Bologna, tra infortunati e indisponibili dell’ultimo momento corre ai ripari, mantenendo comunque invariato il modulo preferito dal suo allenatore Mihalovic: 4-2-3-1.  Il giovane portiera Ravaglia, sarà titolare vista l’assenza di Skorupski, che resta ancora in isolamento in Polonia vista la sua positività al Covid. Difesa titolare comunque confermata con: Tomiyasu, Danilo, Soumaoro, Dijks. Nel centrocampo rossoblu, invece, Schouten giocherà insieme a uno tra Dominguez e Svanberg. Barrow al posto di Palacio come prima punta, alle sue spalle: Soriano, Sandone e Olsen, reduce da un’ottima doppietta in nazionale.

Un lungo stop che si spera non abbia fermato la carica della squadra nerazzurra, fin qui mai sconfitta nel girone di ritorno. Vincere questa prima partita del tour de force dei prossimi nove giorni darebbe un segnale a tutta la Serie A in chiave scudetto.

Le probabili formazioni:

BOLOGNA (4-2-3-1) la probabile formazione: Ravaglia; Tomiyasu, Danilo, Soumaoro, Dijks; Schouten, Svanberg; Skov Olsen, Soriano, Sansone; Barrow. All.: Mihajlovic

INTER (3-5-2) la probabile formazione: Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Young; Lautaro, Lukaku. All.: Conte

Quando e come seguire il match:

La gara si giocherà sabato 03 Aprile allo Stadio Stadio Renato Dall’Ara in Bologna.
Non sai dove vedere la partita? Segui il match su Radio Nerazzurra, in diretta lo streaming dalle 20.00 con le analisi pre-gara e poi, dalle 20:45 la Radio Cronaca di Bologna-Inter. Al fischio finale, le considerazioni a caldo con Gabriele Borzillo e Lapo De Carlo.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews