mercoledì, Luglio 28, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGossip«La mia Penelope di Bridgerton e il futuro della serie»

«La mia Penelope di Bridgerton e il futuro della serie»

Potremmo chiamarla «la signorina in giallo», perché è il colore che più detesta e che, suo malgrado, le tocca indossare più spesso. Fa da tappezzeria ai balli e viene ignorata puntualmente persino dalla madre, eppure è lei, Penelope Featherington, il cuore di Bridgerton, la serie evento di Netflix ambientata nel periodo Regency e tratta dai romanzi di Julia Quinn (pubblicati in Italia da Mondadori).

Lo ha raccontato a Vanity Fair la sua interprete, l’istrionica e dolcissima Nicola Coughlan, 34enne irlandese che presta il volto a un personaggio che ha la metà dei suoi anni ma che nel corso della saga romantica continuerà ad appassionare e stupire.

Dopo aver chiacchierato con Phoebe Dynevor/Daphne, Jonathan Bailey/Anthony e Regè-Jean Page/Simon, che ha appena annunciato la sua dipartita dalla serie, la parola spetta a lei, attrice già famosa per la comedy Derry Girls (sempre disponibile sulla piattaforma) e ora anche paladina della body positivity.

Si collega su Zoom dalla sua camera e alle sue spalle spunta un poster di David Bowie, immagine psichedelica in un ambiente coloratissimo almeno quanto la sua personalità. Ombretto fuxia, caschetto biondissimo con molletta fluo e un sorriso che illumina una stanza: Nicola Coughlan non sta più nella pelle all’idea della seconda stagione, di cui sono attualmente in corso le riprese.

Ai Golden Globe ha sfoggiato un delizioso abito giallo, il colore che Penelope invece detesta e che la madre le fa indossare di continuo. Il suo guardaroba l’ha contagiata?
«Assolutamente sì, da quando interpreto Penelope ho iniziato a vestirmi di giallo e faccio più attenzione ai dettagli, anche se poi dal set non ho chiesto nessuno dei suoi accessori, ne ho preferito uno di Lady Danbury indossato durante un ballo».

Anche lei, come Penelope, sa tenere un segreto?
«Non direi, non quanto lei almeno. Lo dico alle mie sorelle e la mia migliore amica quando l’eccitazione è troppa da poterla contenere. Comunque non lo spiffererei a tutto il mondo».

La domanda che tutti si pongono è: cosa succederà nel futuro della saga in TV?
«Me lo sono chiesta anch’io, quando ho ottenuto la parte: ho letto per primo il libro di Penelope (in italiano si chiama Un uomo da conquistare, ndr.), che è ambientato quasi dieci anni dopo le vicende di quello di Daphne (Il duca e io, ndr.). Non vedo l’ora che lei cresca e che il pubblico la apprezzi ancora di più, ma bisogna avere pazienza perché la seconda stagione ruota attorno al personaggio di Anthony (Il visconte che mi amava, ndr.)».

Quando ha girato le prime otto puntate non sapeva come avrebbero reagito gli spettatori. La serie è stata presentata come una sorta di Gossip Girl dell’Ottocento. È d’accordo?
«Sì, per un anno e mezzo ho vissuto e respirato l’atmosfera dei Bridgerton, e sin dall’inizio conoscevo la verità su Penelope, ma non ho visto Gossip Girl, quindi durante le riprese questo paragone non mi è venuto in mente, anche se capisco che entrambe le storie parlano di scandali e fanno leva sulla curiosità. Chi non vuole conoscere i pettegolezzi? È questo che rende il tutto molto intrigante».

Sono anche piovute delle critiche sulla poca accuratezza storica, come ha reagito?
«La diversity sullo schermo fa parte del DNA della serie: Bridgerton non è Jane Austen e lo si vede benissimo già dai libri. Siamo abituati a serie in costume sui toni del grigio e qui invece vediamo un’esplosione di colori. Questa grandiosità è la cifra stilistica della produttrice Shonda Rhimes e a tratti sembra persino un fantasy, ma di certo non un documentario, come s’intuisce benissimo dalla musica pop, inclusa quella di Ariana Grande. Tutto questo mi ha sorpreso? Assolutamente sì ma lo adoro.

Penelope è un’adolescente che sogna un’indipendenza economica in un’epoca in cui le donne non potevano neppure firmare un assegno. Lei ha iniziato a lavorare fin da giovane, ma in questo desiderio le somiglia?
«Io alla sua età già recitavo da sempre e avevo da parte dei risparmi tutti miei. Sono grata di essere nata in un’epoca in cui le donne possano essere libere o almeno non dipendente dai maschi, come succedeva a quei tempi. Mi piace che si vedano in Bridgerton donne indipendenti, come Lady Danbury, che è vedova e finanziariamente solida».

Il suo personaggio preferito, a parte Penelope?
«Ovviamente Eloise, la mia migliore amica, una che dice sempre quello che pensa, come vorrebbe fare Penelope anche se non ci riesce. Davanti a lei censura i suoi sentimenti romantici per Colin e il suo desiderio di matrimonio».

Si aspettava di ottenere la parte?
«No, sono andata al provino a cuor leggero, ho recitato due scene e sono andata via. Quando dopo due settimane mi hanno richiamata ero sconcertata ma anche gasatissima perché i fan della serie sono meticolosissimi, affettuosi ed esigenti».

Che lavoro farebbe Penelope se vivesse ai giorni nostri?
«Non me lo sono mai chiesta, ma di sicuro sarebbe su Instagram e si godrebbe la sospirata libertà con Eloise».

LEGGI ANCHE

«Bridgerton 2», è ufficiale: il Duca di Hastings non ci sarà

LEGGI ANCHE

Regé-Jean Page, il duca di Bridgerton: «Il mio primo e più grande amore»

LEGGI ANCHE

Ci vestiremo alla «Bridgerton»

 

 

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews