lunedì, Giugno 14, 2021
Disponibile su Google Play
HomeNotizieAlitalia, trattativa a oltranza con l'Ue. Stipendi non pagati, mobilitazione dei dipendenti

Alitalia, trattativa a oltranza con l’Ue. Stipendi non pagati, mobilitazione dei dipendenti

ROMA – Ancora qualche ora di calma apparente prima di iniziare una settimana che si annuncia caldissima sul fronte Alitalia. La compagnia in amministrazione straordinaria non ha più risorse per andare avanti con le proprie gambe e il nodo degli stipendi di marzo pagati solo per metà e in ritardo, inizia a scaldare la categoria che già oggi si è ritrovata a Fiumicino per una manifestazione spontanea, controllata a vista dalle forze dell’ordine. Ma accanto ai problemi della categoria, c’è da mettere a punto il piano per far decollare entro l’estate Alitalia-Ita, la nuova azienda che sta trattando in maniera serrata con l’Europa per poter incassare il via libera della commissaria Margrethe Vestager.

 

I confronti tecnici con l’Unione proseguiranno la prossima settimana e i  nodi da affrontare sono principalmente due: l’Europa è pronta a sanzionare il nostro Paese per i prestiti “ponte” mai restituiti (1,3 miliardi di euro dal 2017) ma non vengono esclusi altri approfondimenti sul tesoretto da 3 miliardi di euro che è stato già stanziato per far decollare la newco. Accanto a questo l’Ue chiede discontinuità e la fine della melina che sta allungando i tempi della discussione. Ecco allora che le parti si confronteranno sul tema degli slot, le bande orarie di decollo e atterraggio di Linate dove Alitalia oggi possiede il 70% dei diritti totali disponibili per tutte le compagnie. Vestager chiede che questa quota venga ridotta al 35%, ma questo taglio viene ritenuto irricevibile dal nostro Paese.

 

Altro punto sul quale si sono incagliate le trattative (in verità mai fluide tra le le parti) riguarda gli asset della vecchia compagnia che a breve andrà liquidata: Bruxelles chiede di procedere attraverso aste aperte e trasparenti, in particolare sui settori della manutenzione e dell’handling che oggi fanno parte della capogruppo Alitalia. ma se su questi due nodi le parti sono sintonizzate (la newco potrà avere una quota di minoranza in entrambe), ci si accapiglia sui punti fedeltà. In questo caso l’Europa è irremovibile e chiede una gara alla quale non potrà nemmeno partecipare Ita. Un colpo molto duro visto che dalle MilleMiglia passano tutti i clienti più fedeli della compagnia.

(ansa)

Sul resto, invece, c’è un accordo: la flotta sarà all’inizio di 47 aerei e i dipendenti della parte volo non più di 2.800. Le assunzioni saranno pescate sul mercato, ovvero anche all’interno di liste di disoccupazione e non solo nel gruppo di lavoratori Alitalia in liquidazione. Inoltre i contratti saranno completamente riscritti, altro passo avanti sulla discontinuità chiesta a gran voce da Bruxelles. Il ministro Giogetti e i suoi tecnici, in particolare, seguono da vicino il dossier e stanno cercando di stringere i tempi per evitare gli strali dell’Ue (la multa sarà da poco meno di un miliardo) e per intercettare il traffico aereo estivo che dovrebbe ripartire. Ma nel frattempo, e questa accusa viene lanciata contro la stessa commissaria Vestager, le altre compagnie in Italia si stanno organizzando per la ripartenza. I tempi lunghi della trattativa, in sostanza, starebbero favorendo i concorrenti di Alitalia: infatti Ryanair, easyJet, Volotea e Wizz Air, giocano d’anticipo e lanciano decine di voli nazionali in Italia, sostituendo di fatto i collegamenti di Alitalia.

 

Ma c’è un altro tema che rischia di far esplodere la protesta e riguarda gli stipendi: i dipendenti di Alitalia hanno incassato la metà di quanto dovuto a marzo. L’Inps e il fondo Volo che si occupano di integrare le buste paga di gran parte dei lavoratori (in cassa integrazione per due terzi) sono in arretrato di alcuni giorni e la compagnia in amministrazione straordinaria fino ad oggi ha pagato solo la metà degli stipendi. Ecco perché da martedì prossimo, finita la tregua pasquale, i lavoratori di tutte le sigle e associazioni professionali inizieranno a protestare a oltranza sotto le sedi dei ministeri competenti. Secondo la Federazione nazionale del trasporto aereo, Fnta, che rappresenta piloti e assistenti di volo Anpac, Anp e Anpav, “siamo in una situazione inacettabile visto che Alitalia è una compagnia statale. Gli unici che in questa vicenda non hanno responsabilità sono i cittadini e i dipendenti. Il pagamento di poche centinaia di euro di stipendio rappresenta uno schiaffo per tutti i lavoratori della compagnia”. Infine, secondo Monica Mascia, segretario nazionale della Fit-Cisl, “la gestione commissariale di Alitalia continua ad avvitarsi su se stessa e continua a determinare disagi ai dipendenti; la situazione è sempre più insostenibile e l’esasperazione delle lavoratrici e dei lavoratori sta crescendo. Il governo non può continuare a sottovalutare questa grave situazione”.

 

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews