lunedì, Luglio 26, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGossipRovinate 15 milioni di dosi del vaccino Johnson & Johnson per un...

Rovinate 15 milioni di dosi del vaccino Johnson & Johnson per un errore umano

15 milioni di dosi di vaccino monodose Johnson & Johnson buttate via. È accaduto a Baltimona, nello stabilimento di produzione gestito da Emergent BioSolutions, partner della stessa Johnson & Johnson e di AstraZeneca. Secondo quanto riportato nelle scorse ore dal New York Times, alla base dell’incidente, avvenuto qualche settimana fa, ci sarebbe un errore umano nella preparazione delle dosi, effettuata confondendo gli ingredienti del vaccino J&J con quelli di AstraZeneca, autorizzato di recente per la somministrazione anche negli Stati Uniti.

I due vaccini utilizzano la stessa tecnologia che impiega la versione innocua di un virus – noto come vettore – che viene trasmesso nelle cellule affinché rilascino una proteina che stimola il sistema immunitario a produrre anticorpi. Ma i vettori di Johnson e Johnson e di AstraZeneca sono biologicamente diversi e non intercambiabili.

Sull’accaduto sta indagando la Food And Drug Administration, l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici. Nel frattempo, le autorità hanno bloccato l’autorizzazione alla produzione vaccinale nello stabilimento, il che induce anche a uno stop alla programmazione delle consegne future delle dosi di vaccino Johnson & Johnson negli Usa.

Dal canto suo, la Johnson & Johnson ha dichiarato, con una nota stampa, che “il sistema di controllo qualità aziendale ha identificato un lotto di sostanza farmaceutica che non soddisfaceva gli standard di qualità, presso la Emergent BioSolutions, sito attualmente non autorizzato a produrre dosi per il nostro vaccino contro il Covid-19“.

L’errore, si precisa anche, non avrebbe alcuna attinenza con le dosi di Johnson & Johnson attualmente fornite e somministrate a livello statunitense, poiché prodotte nello stabilimento sito in Olanda, secondo le modalità previste dalle autorità federali statunitensi. Johnson & Johnson si è intanto attivata per rafforzare il proprio controllo sul lavoro della Emergent BioSolutions ed evitare ulteriori cali di qualità.

In Italia, in base a quanto previsto dal piano del Ministero della Salute, il vaccino monodose Covid-19 prodotto da Johnson & Johnson dovrebbe fare il proprio arrivo dal prossimo 16 aprile, data a partire dalla quale si attendono circa 7,3 milioni di dosi entro giugno e circa 15,9 milioni nel terzo trimestre. Si attende adesso la conferma che tutto procederà, in questo senso, secondo i piani previsti.

 

LEGGI ANCHE

Vaccinazioni anche in farmacia: come funzioneranno e cosa dicono i medici

LEGGI ANCHE

Vaccinazioni anche in azienda: ecco come funzioneranno

LEGGI ANCHE

Quando mi vaccino? Ecco il calcolatore per farsi un’idea

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews