sabato, Luglio 24, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMangiareErminio Alajmo scende in piazza: “dateci una data per la riapertura”

Erminio Alajmo scende in piazza: “dateci una data per la riapertura”

Lo chef stellato Erminio Alajmo ha deciso di scendere in piazza per far sentire anche la sua voce: chiede al Governo una data per la riapertura, perché “noi ristoratori siamo stufi e vogliamo tornare a lavorare”.

Tocca questa volta allo chef Alajmo scendere in piazza: ci avevano già pensato anche altri chef, come Natale Giunta che ha organizzato una protesta per la chiusura dei ristoranti a Pasqua. Sono in tanti, in realtà, a sostenere quanto sottolinea con forza Alajmo: “I ristoranti, i bar sono chiusi, ma autobus, treni, metro sono pieni e la pandemia non è diminuita. Sembrava che con Draghi cambiasse la situazione, ma in pratica con questo Dpcm non è cambiato nulla. Dopo Pasqua andremo in piazza per dire al governo ‘siamo stufi, dateci una data certa per la riapertura.’ Vogliamo lavorare”.

“Ormai lo sappiamo, dobbiamo convivere con il Covid, ma non possiamo rimanere chiusi, chi aveva da parte dei risparmi ormai li ha spesi“, ha sottolineato Alajmo “il disagio nella categoria della ristorazione è enorme. Della chiusura per Pasqua si sapeva, ma per il dopo Pasqua ci eravamo illusi, abbiamo stretto la cinghia per arrivare appunto al dopo Pasqua, ed invece questo nuovo Dpcm ci ha deluso tutti, non ci dà respiro: siamo con l’acqua alla gola”.

Erminio Alajmo, presidente dell’Appe di Padova e chef del tristellato “Le Calandre“,  ha annunciato fermamente la sua presa di posizione: “Se mi fanno chiudere, mi devono garantire le spese. E non dimentichiamoci poi dei dipendenti: in cassa integrazione da oltre un anno, non ce la fanno più nemmeno loro. I ristoratori più piccoli non hanno più credito in banca ed i costi fissi (affitti, bollette, tasse) corrono, mentre i ristori sono arrivati solo ad alcuni e ad altri no: e sono solo briciole. Metteteci delle regole precise, fate i controlli, e chi sbaglia paga, ma fateci lavorare, pur con limitazioni, distanziamenti, posti limitati, misure di sicurezza, ma fateci tornare a lavorare”.

[ Fonte: Adnkronos ]

 

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews