sabato, Luglio 24, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGossipSenza femminismo non c’è futuro

Senza femminismo non c’è futuro

Questo articolo è pubblicato sul numero 14 di Vanity Fair in edicola fino al 6 aprile 2021

 

Fino a non molto tempo fa anch’io credevo che le quote rosa fossero un insulto all’intelligenza femminile. Poi ho cambiato idea, perché ho capito che soltanto le leggi possono davvero cambiare qualcosa. Ho capito che bisogna avere un approccio laico e pragmatico a questa faccenda. Come quando venne approvata la legge sul divieto di fumo nei locali pubblici. Sembrava impossibile, eppure adesso ci sembrerebbe impensabile guardare un film al cinema (ok, lo so, ma ci torneremo) o cenare (ok, ok, lo so) in un posto pieno di fumo.

Il tema delle quote rosa va affrontato con lo stesso pragmatismo. Magari chiamandolo con un altro nome: parità, per esempio. Soltanto così, con leggi che impongano una reale parità, si potranno cambiare le cose.
Fino a non molto tempo fa anch’io ero abituata al suono di certe parole e farmi chiamare, per esempio, direttrice, mi sembrava suonasse meno autorevole. Poi ho capito che era solo un’abitudine. E che è giusto parlare di direttrici, ministre, sindache, architette, perché cambiare le parole vuol dire cambiare anche il modo di pensare. Per molti anni ho pensato che a mia madre, che si lamentava di avere troppo da fare, gpiacesse fare la vittima. Col tempo ho capito che aveva veramente troppo da fare (faceva la maestra e si occupava anche di tutto quello che riguardava la casa e le figlie mentre mio padre si occupava solo del suo lavoro) e che era davvero una vittima. Ancora oggi, anche a molte persone intelligenti e istruite, non è abbastanza chiaro che la questione femminile non è una faccenda secondaria o una moda , ma è la questione primaria sulla quale si gioca il futuro della società e dell’umanità, tanto quanto lo è quella ambientale. Io lo capisco, che si possa non avercelo ancora chiaro, per tanti motivi: distrazione, privilegio, abitudine. Ma, pur essendo sempre stata una persona piena di dubbi, su questa faccenda non ne ho più nessuno: senza una visione consapevolmente femminista e ambientalista del futuro siamo completamente fregati.

 

Per abbonarvi a Vanity Fair, cliccate qui.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews