giovedì, Luglio 29, 2021
Disponibile su Google Play
HomeScienzaSpaceX, il prototipo esplode nella nebbia del Texas poco dopo il decollo:...

SpaceX, il prototipo esplode nella nebbia del Texas poco dopo il decollo: pioggia di frammenti sulla rampa di lancio

“Starship 11 non tornerà, non aspettatevi un atterraggio”, circa dieci minuti dopo il decollo, il prototipo della navetta spaziale di SpaceX, SN11, era già dato per perso. Scomparsa inghiottita da una insolita nebbia, che ha avvolto la Starbase di Boca Chica, in Texas, dove la compagnia di Elon Musk sta testando la nave spaziale del futuro, quella che in testa al razzo più potente mai costruito, dovrebbe in futuro spingere l’uomo verso la Luna e poi Marte. Infatti Starship è precipitata a pezzi sulla rampa di lancio, poco dopo. La caduta dei frammenti è stata immortalata durante la diretta streaming.

Sembrava andare tutto bene fino a quando non si sono perse le immagini ed è arrivata la comunicazione: “A quanto pare abbiamo perso tutti i dati dal veicolo e il team naturalmente è lontano dalla rampa” per evitare la pioggia di detriti. I tecnici di SpaceX avranno da fare per analizzare i dati e capire quale sia stata la causa dell’esplosione. Elon Musk ha fatto sapere sommariamente, su Twitter, che “qualcosa di importante è successo dopo l’accensione dei motori per il rientro”.

SN15 rolls to launch pad in a few days. It has hundreds of design improvements across structures, avionics/software & engine.

Hopefully, one of those improvements covers this problem. If not, then retrofit will add a few more days.

— Elon Musk (@elonmusk) March 30, 2021

Nuovi prototipi

A parte forse i residenti, costretti di solito con poco preavviso ad allontanarsi dalle loro abitazioni in vista dei test di Musk, nessuno è preoccupato, a Boca Chica, è gente abituata alle esplosioni. Infatti già si pensa ai nuovi voli. Da SN11 si passerà direttamente a SN15, saltando i prototipi 12, 13 e 14, lo ha confermato lo stesso Musk rispondendo via Twitter a chi gli chiedeva notizie dei prossimi lanci. SN15 ha “centinaia di miglioramenti di progettazione tra le strutture, avionica/software e al motore – ha scritto – se tutto va bene, quei miglioramenti risolveranno anche questo problema”. Ma non si ferma certo lì. Parla già di SN20 che saranno in grado di orbitare “con scudo termico e sistema di separazione degli stadi (di propulsione ndr)”. Ma aggiunge che “i veicoli SN20+ (e i successivi ndr) necessiteranno di molti tentativi di volo per sopravvivere i test il rientro a Mach 25 (25 volte la velocità del suono ndr) e atterrare intatti”. Tradotto: aspettiamoci altri botti. Gli ingegneri di SpaceX e per lo stesso Musk, sanno infatti che nel progettare veicoli per arrivare così lontano, la Luna e poi Marte, i “fuochi d’artificio” sono da mettere in conto.

Gli abitanti di Boca Chica, cercano di catturare, attraverso la nebbia, le immagini del decollo del prototipo della navetta spaziale di SpaceX
  (reuters)

Quarto test

Quello di SN11 era il quarto volo di Starship, anche le altre tre, SN9, 10 e 11, sono esplose, nessuna però in fase di volo, avevano tutte toccato terra, nei primi due casi in maniera piuttosto “dura”. L’ultima volta, il 4 marzo, era sembrato un totale successo. Il distacco dalla rampa, l’ascesa fino a dieci chilometri di quota, la manovra in posizione orizzontale e poi il rientro con l’accensione dei retrorazzi, l’atterraggio morbido. Sembrava un trionfo, ma dopo pochi secondi Starship è improvvisamente esplosa.

La nuova missione spaziale di AstroSamantha, sulla Iss nel 2022: “Gioia e gratitudine”

di

Marini Matteo

03 Marzo 2021

SpaceX assume

L’ottimismo di Musk e la fiducia nel lavoro del suo team è confermata anche dal fatto che la Starbase di Boca Chica si allargherà. Nemmeno a dirlo, a dare l’ annuncio è stato ancora Elon Musk, con un tweet. “SpaceX assume, c’è sempre più bisogno di ingegneri, tecnici, costruttori e personale vario. Starbase crescerà di diverse migliaia di persone nel prossimo anno o due”.

Please consider moving to Starbase or greater Brownsville/South Padre area in Texas & encourage friends to do so!

SpaceX’s hiring needs for engineers, technicians, builders & essential support personnel of all kinds are growing rapidly.

— Elon Musk (@elonmusk) March 30, 2021

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews