mercoledì, Aprile 14, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroL'intero universo potrebbe essere un ologramma

L’intero universo potrebbe essere un ologramma

Le teorie del complotto sono antiche quanto l’umanità. Per ogni fenomeno strano o misterioso, c’è almeno una teoria che propone una spiegazione alternativa. Essendo intrinsecamente scettici, gli esseri umani hanno la tendenza a ignorare le cose che non si adattano al loro sistema di credenze, riferisce vox.com.

C’è un’abbondanza di teorie del complotto, ognuna delle quali si rivolge a un aspetto specifico della realtà. Le cospirazioni sociali e politiche sostengono di offrire spiegazioni alternative allo status quo e di fornire informazioni sul dominio del mondo attraverso la politica.

Mi piace anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

A causa della grave mancanza di scritti e artefatti, grandi pezzi di storia sono confusi o addirittura sconosciuti. Sono molte le teorie che cercano di colmare queste lacune proponendo spiegazioni non convenzionali.

Ma una recente teoria che gli scienziati stanno attualmente indagando potrebbe dimostrare il nonno di tutte le teorie del complotto perché si riferisce a ogni aspetto della realtà e mette in discussione la realtà stessa.

I fisici del Fermi National Accelerator Laboratory hanno deciso di dimostrare se l’universo che osserviamo attraverso i telescopi è davvero lì o solo una proiezione 2D. Il nostro mondo tridimensionale non è oggetto di dibattito ei nostri sensi forniscono informazioni specifiche che diamo per scontate.

I ricercatori affermano che le informazioni su ogni cosa nel nostro universo osservabile potrebbero effettivamente essere codificate in minuscoli pacchetti bidimensionali simili ai pixel su uno schermo, le cui dimensioni sono molto più piccole di un singolo atomo.

Ammettono che esiste la possibilità che stiamo vivendo racchiusi in una proiezione 2D simile a una versione cosmica di The Truman Show.

Una struttura sotterranea è stata costruita appena fuori Chicago per testare questa teoria. Due interferometri inviano un raggio laser da un kilowatt che viene riflesso e ricombinato.

Gli scienziati stanno misurando quello che chiamano il “jitter olografico” dello spazio-tempo. Se le loro scoperte supportano questa teoria, le fondamenta della realtà saranno scosse e tutto ciò che sappiamo sull’universo sarà messo in discussione.

Si aspettano di raccogliere dati sufficienti per supportare o respingere questa teoria entro la fine dell’anno.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews