giovedì, Aprile 15, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGossipLuca Zingaretti dopo il Covid, la foto in ospedale: «Torno a casa»

Luca Zingaretti dopo il Covid, la foto in ospedale: «Torno a casa»

«Torno a casa, grazie a tutti per le cure e per l’affetto. Una parte di me resta accanto a chi è ancora qui a lottare». A scriverlo è Luca Zingaretti che, sul suo profilo Instagram, condivide uno scatto che lo vede seduto su un letto di ospedale di spalle, la valigia pronta e lo sguardo rivolto alla finestra. A una settimana dalla messa in onda del nuovo episodio del Commissario Montalbano – forse l’ultimo -, sembra, infatti, che Zingaretti sia stato ricoverato per Covid (notizia confermata da Dagospia) scegliendo di mantenere il riserbo fino all’ultimo.

Insieme allo scatto delle dimissioni dall’ospedale, Zingaretti condivide nelle Stories una foto di un lui in uno stabilimento balneare risalente all’anno scorso, quasi volesse rimarcare come la vita cambi da un giorno all’altro, specie quando entra in gioco la variabile impazzita della positività al Covid-19.

Il suo ultimo post risaliva al 9 marzo, il giorno dopo la messa in onda de Il metodo Catalanotti su Raiuno: «È stato bello ieri per me, devastato dalla nostalgia, riguardarmi Il metodo Catalanotti. Ho risentito gli odori delle spiagge siciliane, ne ho assaporato i colori, ho gustato la dolcezza di quei nostri luoghi. È stato bello per me commuovermi ed emozionarmi, intenerirmi e sorridere per le debolezze dei nostri amici, per i loro difetti, per le loro vicende, per le loro vigliaccherie e per i loro amori così semplicemente autentici e umani».

LEGGI ANCHE

«Montalbano»: il finale «shock» che divide i fan

Parole belle, sincere, che assumono un significato ancora più forte se pensiamo al fatto che potrebbero essere state pubblicate mentre Zingaretti era ancora sotto osservazione: «Ancora di più è stato bello scoprire che ieri eravamo come al solito, ma più del solito, in tantissimi. Un risultato così significa “condivisione”. Significa “ritrovarsi”, significa un popolo che quando viene chiamato a raccolta risponde compatto, con amore. E di questi tempi non è tanto, è tutto. Oggi non vi voglio dire grazie, voglio solo dire “evviva!”, gioire insieme a voi di questo senso di appartenenza e festeggiarlo perché siamo una sola cosa. E perché noi siamo “quelli di Montalbano”».

LEGGI ANCHE

Luca Zingaretti: «L’ultimo episodio di Montalbano? Uno dei più belli»

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews