mercoledì, Aprile 14, 2021
Disponibile su Google Play
HomeViaggiViaggi e turismo nel 2021: no all’aereo e si prenota last minute....

Viaggi e turismo nel 2021: no all’aereo e si prenota last minute. Vince la prudenza, in attesa del vaccino

HOSPITALITY

Soggiorni di prossimità, nella natura , in luoghi poco frequentati e dentro i confini nazionali, il trend confermato dagli operatori anche per il prossimo anno. Solo una minoranza di viaggiatori, circa il 30%, è intenzionato a riprendere un aereo e solo il 5% pensa di partire su rotte intercontinentali

di Gianni Rusconi

default onloading picEPA/JUSTIN LANE

Soggiorni di prossimità, nella natura , in luoghi poco frequentati e dentro i confini nazionali, il trend confermato dagli operatori anche per il prossimo anno. Solo una minoranza di viaggiatori, circa il 30%, è intenzionato a riprendere un aereo e solo il 5% pensa di partire su rotte intercontinentali

4′ di lettura

È stata un’edizione molto particolare quella che si è appena conclusa di Hicon, la rassegna-evento dedicata all’innovazione tecnologica nel mondo dell’hospitality e del turismo. Niente incontri e dibattiti fisici ma una giornata intera di presentazioni online alla quale hanno partecipato esperti e addetti ai lavori da tutto il mondo. Tanti gli argomenti di discussione in agenda e gli effetti della pandemia sull’industria del travel hanno avuto naturalmente uno spazio molto rilevante. Che scenario possiamo dunque immaginare per il prossimo anno e quelli a venire? Quanto tempo impiegherà il settore a tornare ai livelli pre Covid? E come stanno cambiando gli orientamenti dei viaggiatori in attesa di riprendere a volare?

Si volerà poco e vincerà ancora la vacanza di prossimità

“Viaggiare nei prossimi mesi? Dipenderà molto dal sentiment delle persone riguardo salute e sicurezza”. Giancarlo Carniani, general manager di Toflorence Hotels e anima di Hicon e Buy Tourism Online, non ha dubbi nel ritenere la componente “health & safety” decisiva per l’andamento dei flussi turistici che verranno. Una tendenza logicamente legata all’attuale situazione di emergenza e che si specchia in un altro fenomeno già osservato questa estate, e cioè quello della vacanza di prossimità. L’orientamento più diffuso, insomma, punta a destinazioni vicine a casa o comunque raggiungibili con poche ore di automobile e tale approccio vale tanto per i viaggiatori italiani quanto per americani, britannici e giapponesi. Solo una minoranza di viaggiatori, circa il 30% secondo un recente rapporto di Tripadvisor, è intenzionato a riprendere un aereo e ancora meno ( il 5%) pensa di partire su rotte intercontinentali. La scarsa voglia di volare si specchia, come ha confermato ancora Carniani, in un’altra tendenza del turismo post Coronavirus, e cioè la maggiore predisposizione verso i soggiorni nella natura e in luoghi meno conosciuti e poco frequentati.

Loading…

Italiani a casa, il problema è soprattutto economico

Un altro indicatore che riflette lo stato di incertezza imposto dalla pandemia sono le prenotazioni last minute, strettamente collegate alla “confidence” dei viaggiatori circa la possibilità di viaggiare realmente in sicurezza. E per i prossimi mesi, almeno in Paesi come Italia e Regno Unito, il livello di confidenza del consumatore medio è prevista essere ancora molto bassa. Perché, in definitiva, si viaggerà poco da qui a fine 2021? “Per diverse ragioni”, ha concluso Carniani, evidenziando come per gli italiani gli ostacoli maggiori siano al momento le difficoltà di natura economica e le restrizioni sugli spostamenti, seguiti dalla preoccupazione per il proprio stato di salute e dalla volontà di evitare i rischi legati al Covid 19.

Il trend dei prezzi sarà influenzato dal vaccino

Cosa è successo al mercato del turismo italiano nel 2020 è noto e basta riavvolgere il nastro a inizio maggio: dalla fine del primo lockdown in avanti, a spostarsi nella Penisola (per ragioni di piacere) sono stati soprattutto i turisti italiani. “Le presenze di connazionali nelle località di vacanza – come ha fatto notare Mirko Lalli, founder e Ceo di The Data Appeal Company, “sono arrivate a percentuali mai viste prima, intorno al 90%, mentre è sparito il business travel, che difficilmente rivedremo in tempi brevi. I dati rilevati online sui flussi vacanzieri di questa estate, inoltre, ci dicono che i prezzi pagati nelle strutture ricettive sono scesi drasticamente rispetto allo stesso periodo del 2019, segno che il mercato è cambiato e sono cambiate, per ovvie ragioni, le abitudini dei viaggiatori”.

Cosa succederà nei prossimi sei mesi?

Secondo Lalli, le offerte pubblicate dalle Ota (Online travel agency) come Booking e altre piattaforme torneranno fisiologicamente a salire e a stabilizzarsi in primavera. Tutto, rimarca però l’esperto, è ancora in discussione, “perché solo con l’arrivo del vaccino l’industria del travel tornerà ai livelli pre Covid, prova ne sia che al momento le prenotazioni sono poche e si guarda al 2024, nelle più ottimistiche delle previsioni, per rivedere il traffico aereo ai livelli dell’anno passato.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews