domenica, Aprile 18, 2021
Disponibile su Google Play
HomeGossip«Ho scoperto l’importanza di dire no»

«Ho scoperto l’importanza di dire no»

Era la primavera del 2009 quando Justin Bieber, appena 15enne, entrò nelle classifiche di tutto il mondo con il suo singolo d’esordio, One Time. Il primo passo di una carriera fulminante che ha fatto di lui una baby-star, in grado di macinare record e soldi a ritmi indiavolati. Oggi, a dodici anni dal clamoroso debutto, il cantante canadese lancia il suo sesto album in studio, «Justice», ma riconosce di aver cambiato completamente stile di vita.

«Con il passare del tempo ho capito che non devo niente a nessuno e ho imparato quindi a mettere dei limiti», afferma in un’intervista con Billboard Usa. «Ho scoperto che a volte è importante dire no e restare fermo sulla propria decisione. So che il mio cuore è portato ad aiutare le persone, però non posso fare tutto. Vorrei, certo, ma non sempre è possibile», aggiunge Bieber, rivelando inoltre di non possedere al momento un telefono cellulare.

Comunica con l’iPad, quando ne ha necessità, e mette dei «limiti» a chiunque lo debba contattare, soprattutto fuori dagli orari di lavoro. Sì, perché nella trasformazione del cantautore rientra pure il bioritmo equilibrato, sconosciuto fino a pochi anni fa: stacca alle 18, va a letto ad un’ora ragionevole e si sveglia presto, facendo un check di quello che è successo al Justin-star, che nel frattempo era offline per lasciar spazio al Justin-marito.

D’altronde Bieber ha ripetuto più volte quanto sia stata salvifica per lui la relazione con Hailey Baldwin, sua moglie dal settembre 2019: «È una persona davvero strutturata e responsabile», dice l’artista, riconoscendone l’influsso positivo anche in termini di prolificità professionale. «Justice», infatti, arriva appena tredici mesi dopo il precedente disco, «Changes»: «In questo periodo così difficile, la musica ci ricorda che non siamo soli».

Lui che la solitudine l’ha conosciuta davvero, nonostante i costanti bagni di folla: «C’è stato un momento che non volevo più vivere», ha confessato tempo fa sui social, «facevo uso di droghe e di alcol». Dipendenze che tra il 2013 e il 2015 gli hanno causato diversi problemi con la giustizia: «È difficile alzarsi la mattina con l’atteggiamento giusto quando sei sopraffatto dal lavoro, dalle responsabilità, dalle relazioni», ha aggiunto nel post.

«Ho lavorato tanto su me stesso per capire da dove arrivava il dolore che mi spingeva a comportarmi in quel modo», conclude nell’intervista a Billboard. «Oggi posso parlare di quella fase delle mia vita proprio perché sono cambiato».

LEGGI ANCHE

Justin Bieber annuncia «Justice»: «Per sentirci meno soli»

LEGGI ANCHE

Justin Bieber e Hailey Baldwin, fuga romantica alle Hawaii

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews