lunedì, Aprile 12, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMangiareFirenze: vietata la vendita e l'asporto di alcolici nel weekend dalle 16...

Firenze: vietata la vendita e l’asporto di alcolici nel weekend dalle 16 alle 22

Dopo Venezia, anche Firenze ha deciso di provare a mettere un freno agli assembramenti provocati dalla movida. È in arrivo, infatti, una nuova ordinanza che dovrebbe entrare in vigore già da questo venerdì: sarà vietata la vendita di alcolici e l’asporto di alcolici nel weekend dalle ore 16 alle ore 22 (quando poi entrerà in vigore il coprifuoco, sempre che Draghi non decida di anticiparlo alle 20).

Il sindaco Dario Nardella è stato costretto a prendere tale decisione a causa del fatto che durante il weekend le piazze del centro storico si affollano di gente. Dopo essere intervenuto sugli assembramenti che si creavano nella zona di Sant’Ambrogio e nelle strade limitrofe, ecco che il sindaco, tramite una diretta su Facebook, ha spiegato di essere perfettamente a conoscenza degli assembramenti dei giovani che si accalcano nelle piazze per bere.

Per questo motivo, il primo cittadino del capoluogo toscano, domani proporrà al Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubbliza (cosp), una nuova ordinanza: entrando in vigore venerdì prossimo, vieterà sia la vendita che la vendita da asporto di alcolici e superalcolici dalle ore 16 alle ore 22 di venerdì, sabato e domenica.

Lo scopo è quello di diminuire gli assembramenti per cercare di limitare la diffusione del Coronavirus. A questa misura restrittiva, poi, si aggiungerà anche il divieto di fermarsi in strada (divieto di stazionamento) nelle aree di piazza della Repubblica, via Pellicceria, piazza Santissima Annunziata e piazza Santo Spirito.

Sarà anche esteso il divieto di consumo di alcolici e superalcolici nelle aree pubbliche o aperte al pubblico dalle ore 16 (anticipando così il divieto nazionale delle 18).

Il sindaco ha sottolineato che non pretendono certo di risolvere il problema, ma cercheranno, così facendo, di ridurre le occasioni di assembramenti negli spazi pubblici. Ci si può divertire, ma bisogna farlo rispettando le distanze, mettendo la mascherina correttamente e evitando gli assembramenti. Altrimenti il risultato sarà uno solo: rischiare di finire in zona rossa.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews