mercoledì, Maggio 12, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCulturaCome togliere un dente da latte senza dolore

Come togliere un dente da latte senza dolore

Come togliere un dente da latte senza dolore? Se avete dei bimbi in età “critica” da questo punto di vista, possono tornarvi utili i suggerimenti ed in consigli che vi abbiamo riservato sotto. Come si fa a togliere un dente che dondola già da qualche giorno? Sebbene i piccoli siano eccitati all’idea di perdere un dentino (probabilmente anche incoraggiati dalla prospettiva dell’arrivo della fatina dei denti), altri ne sono spaventati, specie dal sangue che potrebbe venirne fuori. Ecco come affrontare al meglio tale cruciale momento della loro crescita.

Consigli per togliere un dente da latte

 

Come togliere un dente da latte senza dolore

In teoria, è meglio lasciare che il dente cada da solo perché i denti da latte di solito escono appena prima che quello permanente sia pronto ad entrare. In teoria, appunto, perché in pratica può risultare più difficile. I dentisti, comunque, solitamente consigliano di lasciare che il dente venga via da solo. Tirandolo, infatti, si rischia il sanguinamento delle gengive e una maggiore probabilità di infezione.

Tuttavia molti genitori, da che mondo è mondo, aiutato i denti a venire via tirandoli. Soprattutto se il bambino è spaventato da quel dente traballante in bocca o dalla possibilità di ingoiarlo accidentalmente. Ciò premesso, esistono modi per togliere un dente da latte giusti ed altri sbagliati. Utile può essere suggerire al piccolo di stuzzicare il dente con la lingua o con le dita. Nel caso ciò non sia abbastanza, si può pensare di tenerlo saldo tra due dita e muoverlo. Movimenti bruschi, però, potrebbero portare del sangue.

Se il bambino è pronto, si può cercare di convincerlo a farlo da solo. E’ lui infatti a provare dolore, e solo lui può capire quanto spingersi in là senza farsi male. Dente da latte che non cade? Optate per un metodo alternativo: fate addentare al piccolo un panino, un frutto o un ghiacciolo (che oltretutto, attenua il dolore intorpidendo l’area). Nei casi più ostinati, infine, può essere necessario ricorrere al dentista, che si occuperà nel suo studio dell’estrazione del dente da latte.

Via | health.howstuffworks.com

Photo | Pixabay

Iscriviti alla nostra newsletter

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews