martedì, Aprile 13, 2021
Disponibile su Google Play
HomeViaggiDalla stazione al sito Unesco: 33 destinazioni a portata di treno

Dalla stazione al sito Unesco: 33 destinazioni a portata di treno

2′ di lettura

Ci sono 33 siti Unesco – dei 54 che il nostro Paese può vantare – facilmente raggiungibili con il treno. Dal Piemonte alla Sicilia, è sufficiente salire su uno dei regionali di Ferrovie dello Stato per trovarsi in prossimità dei monumenti e dei luoghi a cui l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura ha riconosciuto il titolo di “patrimonio dell’umanità”. Per questo Trenitalia e la Commissione italiana per l’Unesco hanno messo a punto un travel book dove il viaggiatore può trovare tutte le indicazioni per muoversi lungo il Belpaese in modo sostenibile.

I binari che portano al Bello
Non c’è bisogno di stressarsi nel traffico stradale. Lo spostamento in treno ha non solo il privilegio di essere più gradito all’ambiente, ma permette al viaggiatore di rilassarsi, guardare il paesaggio che scorre, leggere o riposarsi e ritrovarsi così meno affaticato e più disponibile per un percorso turistico-culturale. Il travel book – guida che nella versione digitale si può sfogliare sul sito di Trenitalia – contiene tutte le indicazioni per arrivare ai 33 siti a portata di stazione e le informazioni che hanno indotto l’Unesco ad “adottarli”.

Loading…

A piedi o in bici
Una volta in stazione, per arrivare a destinazione è richiesta una passeggiata di massimo due chilometri. Un tragitto che si può anche pensare di coprire in bici: nei regionali è possibile, infatti, portare le bici pieghevoli o, in alcuni, anche quelle normali. I prossimi treni, però, avranno anche in dotazione gli stalli per le biciclette.

Lungo il Belpaese
I 33 siti Unesco descritti nel travel book sono sparsi lungo la penisola: dai Sacri monti del Piemonte alle ville palladiane del Veneto, passando per le Cinque terre in Liguria, i centri storici di Firenze, Roma e Napoli, la costiera amalfitana, le città barocche della Val di Noto. I più sono raggiungibili con i regionali di Trenitalia, ma ci sono destinazioni – per esempio, quelle di Torino, Firenze, Napoli e Roma – per le quali si possono scegliere le Frecce. Quella del treno è un’opzione che sempre più persone preferiscono anche per gli spostamenti di piacere: nel 2018, infatti, è arrivata al 29% la quota di passeggeri che si muovono con la ferrovia, con un aumento dell’8% rispetto all’anno precedente. Sono sempre di più anche i viaggiatori stranieri che scelgono il treno, per cui è prevista una versione inglese del travel book.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews