sabato, Maggio 8, 2021
Disponibile su Google Play
HomeNotizieCongedo parentale, Bonetti: "Lavoriamo perché valga per tutti i giorni in cui...

Congedo parentale, Bonetti: “Lavoriamo perché valga per tutti i giorni in cui una scuola ricorre alla Dad”

MILANO – “Stiamo lavorando perché il congedo valga per tutti i giorni in cui una scuola ricorrerà alla didattica a distanza”. Lo scrive su twitter la ministra per le Pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti in riferimento alle misure che il governo sta studiando in vista del prossimo decreto Sostegno, in affiancamento agli indennizzi per le imprese e alla proroga di blocco dei licenziamenti e cassa integrazione legati all’emergenza e al rifinanziamento con 1 miliardo del Reddito di cittadinanza in chiave anti-povertà.

In rampa di lancio c’è dunque il ritorno del congedo parentale al 50% dello stipendio per i lavoratori con figli under14 in Dad o quarantena o in alternativa il bonus babysitter (una misura da 200 milioni, ma la cifra finale potrebbe salire). Torna anche il diritto al lavoro agile, laddove possibile, del genitore per tutta la durata della malattia o della Dad del figlio fino a 16 anni. Misure queste – congedo, bonus, smart working – scadute il 31 dicembre e ora prorogate in modo retroattivo a valere dall’1 gennaio.

Bonetti ha parlato di un pacchetto “rafforzato rispetto alle misure precedenti” a sostegno delle famiglie, a colloquio con il Messaggero, con l’obiettivo di “congedi retribuiti al 50% per chi è costretto a sospendere la propria attività per rimanere a casa con i figli con meno di 14 anni. Stiamo inoltre predisponendo la possibilità di ricorrere al congedo parentale non retribuito per chi ha figli d’età superiore ai 14 anni. Stiamo lavorando perché il congedo valga per tutti i giorni in cui una scuola ricorrerà alla didattica a distanza”.

Decreto Sostegno, con i nuovi indennizzi ai piccoli andrà di più. Le imprese: “Bene il governo, ora fare presto”

04 Marzo 2021

E conterrà anche “il diritto allo smart working ovunque esso possa essere implementato” e “una misura doverosa è il sostegno economico che andrà ai genitori che hanno una partita iva o comunque un’attività autonoma”. Gli aiuti “andranno a tutte le famiglie che dovranno supportare i figli per la didattica a distanza. Il governo intende sostenere attivamente il sistema educativo perché è perfettamente consapevole della sua strategicità”, conclude.

Argomenti

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews