martedì, Aprile 13, 2021
Disponibile su Google Play
HomeSportRiparte il Sei Nazioni, ma il rugby perde 150 milioni

Riparte il Sei Nazioni, ma il rugby perde 150 milioni

Il giro d’affari in Europa

Al via la prossima settimana il campionato italiano, ma 2 club hanno rinunciato per ostacoli finanziari

di Giacomo Bagnasco

default onloading pic(AFP)

Al via la prossima settimana il campionato italiano, ma 2 club hanno rinunciato per ostacoli finanziari

3′ di lettura

A marzo si è fermato il Top12, massimo campionato italiano di rugby. Stagione chiusa a causa del Covid , titolo non assegnato e torneo 2020/2021 pronto a partire sabato 31 ottobre con incertezze legate al virus e con 10 squadre, perché 2 club hanno rinunciato per problemi finanziari. Il suo è un livello semiprofessionistico, ma anche il Top14 francese – espressione di punta di una Lega ovale con un fatturato di 137 milioni di euro, in gran parte provenienti dall’insieme delle voci diritti televisivi e marketing – si è fermato la scorsa primavera.

Dal Pro14 al Sei Nazioni

Due incompiute, a fronte di altre competizioni che – in Europa – hanno ripreso la stagione e l’hanno portata a termine più o meno faticosamente dopo diversi mesi di stop. Il Pro14, cui partecipano anche le “franchigie” del Benetton Treviso e delle Zebre di Parma in rappresentanza dell’Italia, è arrivato al traguardo a metà settembre. Le finali delle Coppe europee per club, inizialmente programmate a maggio, si sono disputate solo lo scorso fine settimana, mentre ieri si è concluso il campionato inglese.
Sabato 24 ottobre si è riavviato il Sei Nazioni 2020, con il recupero dell’unica partita del quarto turno non giocata a suo tempo (cioè oltre 7 mesi fa): a Dublino, capitale di un Paese in lockdown, l’Irlanda ha sconfitto l’Italia 50 a 17. Gli Azzurri torneranno in campo sabato 31 ottobre per l’ultimo turno della manifestazione.
Oltre a Galles-Scozia e Francia-Irlanda è in programma a Roma Italia-Inghilterra (diretta tv su Dazn alle 17.45), in uno Stadio Olimpico sostanzialmente deserto. La Federazione italiana rugby dice addio a un tutto esaurito da 2 milioni e la città di Roma vede sfumare un indotto che sarebbe stato garantito soprattutto dai fan inglesi: in una situazione normale ne sarebbero arrivati almeno 15mila.

Loading…

Le partite saltate

I tradizionali “test match” di novembre sono saltati perché le grandi squadre dell’emisfero Sud hanno rinunciato a venire in Europa. E anche il Rugby Championship paga dazio: in una sorta di “bolla” australiana si troveranno – a partire dal 31 ottobre – solo i padroni di casa, la Nuova Zelanda e l’Argentina, perché il Sudafrica campione del mondo è bloccato in patria dalla pandemia . Nel Vecchio Continente è stata allestita una Autumn Nations Cup, cui parteciperanno le squadre del Sei Nazioni più le Isole Figi (presumibilmente con giocatori tesserati per club europei) e la Georgia, inserita dopo il forfait del Giappone. Il calendario della manifestazione – al via il 13 novembre – assegna agli Azzurri una partita in trasferta con la Francia e 2 partite in casa, contro Scozia e Figi, anche in questo caso a porte chiuse e con zero incassi.

I mancati incassi

D’altronde c’è chi si aspetta conseguenze ben peggiori. Al primo posto proprio la “Union” inglese, che – tra la tornata di novembre e un eventuale Sei Nazioni 2021 a porte chiuse – prevede mancati incassi per più di 100 milioni di sterline e annuncia tagli al personale. Solo con riferimento al riaggiustamento del calendario e agli spalti vuoti in questa fine d’anno per le partite interne delle proprie Nazionali, invece, la federazione gallese e quella scozzese preventivano rispettivamente “buchi” da 20 e 12 milioni di sterline, l’Irlanda dice addio a 30 milioni di euro e la Francia – secondo alcune stime – a una cifra superiore ai 25 milioni. Sempre limitandoci a questo autunno, dunque, nel bilancio complessivo dei 6 maggiori organismi europei potrebbe venire a mancare una somma equivalente ad almeno 150 milioni. Il tutto senza considerare il profondo rosso per i club dei 2 maggiori campionati europei, quelli di Francia e Inghilterra: si calcola, ad esempio, che le società della Premiership inglese stiano perdendo tra 750mila e un milione di sterline al mese.

Fondi e sponsor

A fronte di una situazione così critica rimane uno scudo importante come quello fornito da Cvc, il fondo di private equity che è entrato a far parte delle società che gestiscono la Premiership e il Pro14, mentre è in procinto di fare lo stesso con Six Nations Limited. Alla federazione italiana dovrebbe arrivare, nell’arco di 5 anni, un totale tra i 55 e i 60 milioni di euro. E un primo segnale di quanto potrebbe avvenire con l’ingresso di Cvc è costituito dal fatto che nel Regno Unito la grande maggioranza delle partite della Nations Cup sarà diffusa da Amazon Prime Video anziché da canali in chiaro o da pay tv.
L’ultima novità riguarda il fronte degli sponsor tecnici, con l’italiana Macron che arriva a “gestire” il 50% delle squadre del Sei Nazioni. Dopo Scozia e Italia, è il Galles l’ultima conquista: contratto di 7 anni, con un impegno che non riguarda solo le Nazionali e che, secondo i media britannici, vale oltre 4 milioni di sterline annui.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews