mercoledì, Maggio 12, 2021
Disponibile su Google Play
HomeUncategorizedMisterioso enorme fenomeno delle ragnatele

Misterioso enorme fenomeno delle ragnatele

Uno strano fenomeno di alberi e piante anche i raccolti sono coperti da enormi ragnatele dopo che le forti piogge o le massicce inondazioni si sono verificate prima in Texas (2007), poi in Pakistan (2010) in Australia (2013) e recentemente in altri paesi.

È interessante notare che una varietà di specie di ragni stanno lavorando insieme per costruire l’enorme e tentacolare ragnatela, secondo Allen Dean, gli entomologi che stanno studiando l’insolita formazione in Texas.

Mi piace anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

La parte strana è che normalmente sono specie cannibali e vivono in aree diverse con le loro reti separate, tuttavia dopo le forti piogge possono vivere insieme combinando le loro reti e condividendo i cibi.

Nel 2007, un’enorme ragnatela che copre diversi alberi, arbusti e terreno per oltre 200 metri su un sentiero nel Lake Tawakoni State Park, a circa 45 miglia a est di Dallas.

La scoperta della fine di agosto del 2007 della ragnatela insolitamente grande ha spinto gli entomologi a metterne in dubbio l’origine e la rarità perché questo strano fenomeno non si è mai verificato prima.

Mike Quinn, un biologo del Texas Parks and Wildlife Department, ha raccolto ragni dagli alberi e li ha inviati alla Texas A&M. Quando sono arrivati, Allen Dean ha studiato i 250 esemplari e ha identificato 12 famiglie di ragni nella stessa rete. Ha detto che il tipo più diffuso proviene dalla famiglia dei Tetragnathidae, che tipicamente intrecciano singole reti a forma di globo.

“I Tetragnathidae sono di solito ragni solitari che costruiscono le proprie ragnatele e si fanno gli affari propri, qui condividono molti filoni di fondazione sparsi ovunque. Non hanno più reti individuali “, ha detto l’esperto di aracnidi Hank Guarisco, della Fort Hays State University di Hays, Kan.

Nel 2010, enormi inondazioni hanno spinto milioni di ragni e forse altri insetti sugli alberi per tessere le loro ragnatele nel villaggio di Sindh, in Pakistan. A quel tempo, poiché l’acqua ha impiegato così tanto tempo a ritirarsi, gli alberi si sono rapidamente ricoperti di un intrico di ragnatele.

All’inizio di luglio del 2010, i monsoni senza precedenti hanno fatto cadere quasi dieci anni di precipitazioni sul Pakistan in una settimana, gonfiando i fiumi del paese. Secondo il governo pakistano, quasi 2.000 persone sono morte durante il disastro e 20 milioni di persone sono state colpite.

Alberi ricoperti di ragnatele nel villaggio pakistano di Sindh (2010)

Secondo Russell Watkins, un editore multimediale del Dipartimento per lo sviluppo internazionale (DFID) del Regno Unito, che ha fotografato gli alberi durante un viaggio in Pakistan lo scorso dicembre, le persone nel Sindh hanno affermato di non aver mai visto questo fenomeno prima dell’alluvione.

Per quanto riguarda esattamente ciò che aveva fatto tessere le ragnatele, Watkins disse di non sapere quale tipo di animale fosse responsabile dei bozzoli degli alberi nel Sindh. “Si trattava in gran parte di ragni”, ha aggiunto. “Certamente, quando eravamo lì a lavorare, se tu fossi stato sotto uno di questi alberi, dozzine di piccoli, molto, piccolissimi ragni sarebbero caduti sulla tua testa.”

Secondo gli scienziati, i ragni probabilmente si sono raccolti sugli alberi dopo essere fuggiti dalle inondazioni.

Gli insoliti bozzoli erano una benedizione mista: le enormi ragnatele alla fine uccisero molti degli alberi che coprivano, forse riducendo la quantità di luce solare che raggiungeva le loro foglie. Ma per un po ‘le ragnatele sembravano anche aiutare a intrappolare più zanzare nella regione, riducendo così il rischio di malaria, ha detto Watkins.

Ragnatele che coprono i raccolti in una fattoria in Australia (2013). Credito: Daniel Munoz / Reuters

La malaria e altre malattie trasmesse dalle zanzare sono diventate una seria preoccupazione nella regione dopo che le inondazioni si sono ritirate e hanno lasciato il paesaggio ricoperto di acqua stagnante. Ma le aree del Sindh con gli alberi più ricoperti di ragnatela hanno anche segnalato un minor numero di casi di malaria. È una strana soluzione per un problema così pervasivo, ma la natura ha uno strano modo di trovare un equilibrio.

Nel novembre 2013, dopo una massiccia inondazione in Australia, i ragni si sono riuniti nelle aree colpite vicino agli alberi, coprendo la vegetazione di migliaia di ragnatele. Grandi gruppi di ragni hanno invaso alcune città australiane e coperto i loro raccolti e piante in un modo molto strano.

Il fenomeno inspiegabile è apparso dopo la pesante inondazione che lo stato del Galles del Sud ha affrontato di recente. Inoltre ci sono altre città che sono state colpite dallo stesso fenomeno come nella città di Wagga Wagga, che ha vissuto giorni difficili con le inondazioni e gli abitanti della città hanno lasciato le loro case a causa delle acque pesanti del fiume Murrbubedgee che si è allagato e la città è quasi affondata esso.

Dopo il loro ritorno alle loro case, hanno notato grandi aree di ragnatele di tessuto bianco di ragni che coprono i loro raccolti, cosa mai accaduta prima in questa regione. Si dice che anche altre città sono interessate nello stato di Victoria.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews