sabato, Maggio 8, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroL'uomo misterioso di Sandy Cove

L’uomo misterioso di Sandy Cove

L’8 settembre 1863, un uomo non identificato che quasi morì fu trovato sulla spiaggia di Sandy Cove, sulla costa della Baia di Fundy, Nuova Scozia, con entrambe le gambe tagliate a ceppi.

La gente del posto gli ha quindi chiesto il suo nome e perché le gambe gli facevano così male, ma non parlava inglese e diceva solo molto poco, borbottava qualcosa che somigliava a “Jerome”, e così gli abitanti del villaggio lo chiamavano “Jerome”. Per anni è rimasto con gli abitanti del villaggio. Tuttavia, fino alla sua morte nel 1912, non hanno mai scoperto le sue vere origini.

Mi piace anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

L’uomo misterioso è stato trovato da un pescatore che era andato sulla riva per raccogliere erba di roccia. In quel momento, ha notato una figura oscura accanto a un grande scoglio sulla spiaggia di Bay of Fundy. Quando il pescatore si avvicinò, vide la forma rannicchiata di un uomo.

Jerome è stato scoperto in questa zona di Sandy Cove, Nuova Scozia.

Entrambe le gambe erano state amputate appena sopra le ginocchia e accanto a lui c’erano una brocca d’acqua e una scatola di biscotti. Le sue gambe erano guarite solo parzialmente, ma in seguito fu evidente che erano state amputate da un chirurgo esperto e che i monconi erano fasciati. L’uomo soffriva anche di freddo e di esposizione.

Il pescatore ha ricordato che c’era una nave il giorno prima di passare avanti e indietro a mezzo miglio dalla costa sul lato della baia di Fundy e ha pensato che l’uomo doveva essere stato portato dalla nave dopo il tramonto e gettato in mare.

È stato poi portato a casa del signor Gidney a Mink Cove, dove è stato avvolto in coperte calde e gli hanno dato bevande calde. Attraverso i gemiti e i mormorii, solo una parola è stata compresa, “Jerome”. Poi hanno deciso di chiamarlo con questo nome. I pescatori, i costruttori di barche e le famiglie si prendevano cura di Jerome, ma presto seppero che non avrebbe parlato.

Poco dopo questa scoperta, il signor John Nicholas, un uomo di Chiara che parlava sette lingue europee, ha intervistato Jerome. Dopo la conversazione unilaterale, Nicholas annunciò che dalle reazioni dello sconosciuto alle domande e alle diverse lingue pensava che l’uomo fosse molto probabilmente italiano ma sembrava capire il francese.

Per i successivi sette anni Jerome ha vissuto con la famiglia Nicholas e si è presto concluso che taceva non a causa di qualche limitazione fisica, ma per un altro motivo noto solo a lui. Quando colto alla sprovvista, Jerome rispondeva alle domande.

Jerome

Una volta quando gli fu chiesto il nome della sua casa, Girolamo rispose “Trieste” che è una città nel nord Italia. Ha anche risposto “Columbo” quando gli è stato chiesto il nome della sua nave. Dopo essere stato indotto a parlare, Jerome si arrabbiava e si chiudeva nella sua stanza.

Le storie giravano per la città sulla vita di Jerome, sul suo silenzio e sui motivi per cui era stato deliberatamente lasciato sulla riva. Sebbene Jerome non abbia mai avuto un ottimo rapporto con gli adulti, andava molto d’accordo con i bambini del posto. Lo visitavano, gli portavano caramelle e alla fine si appassionava molto ai dolci doni.

Più tardi, Jerome si trasferì a Saint Alphonse per vivere con la famiglia di William Comeau e mentre era lì, ricevette la visita di due strane signore. Le donne chiesero se era lì che potevano trovare l’uomo con le gambe amputate.

Una volta che le donne furono in casa, Jérôme le condusse nella sua stanza e seguì una lunga conversazione in cui prese parte attiva. La famiglia ascoltava fuori dalla porta, ma non riusciva a capire la lingua parlata nell’altra stanza.

Dopo l’incontro, le due signore hanno lasciato la casa senza aggiungere altro. Poi conversarono fuori e sembravano avere l’impressione che Jérôme fosse ben curato e lo avrebbero lasciato dov’era. Le signore non sono mai tornate.

Un altro strano evento ha aggiunto più mistero alla storia di quest’uomo silenzioso. Charles, il figlio di William Comeau, era andato a Boston per lavoro. Mentre era lì, due donne vennero a trovarlo dagli Stati Uniti meridionali. Avevano letto sui giornali storie di un uomo con le gambe amputate che era stato trovato in Nuova Scozia.

Jerome di Sandy Cove trascorreva la maggior parte del tempo accovacciato accanto a una stufa.

La donna continuò a dirgli che il nome dello sfortunato uomo era Geremia e che veniva dall’Alabama. Gli consegnarono una lettera da dare a “Geremia” e gli chiesero di consegnarla per loro.

Al suo ritorno a Clare, Charles fece come aveva promesso e consegnò la lettera al confine di suo padre. Jerome prese la lettera e la guardò da ogni angolazione e poi la gettò nel caminetto. La famiglia è rimasta scioccata e delusa da questo e la storia di “Geremia” non è mai stata conosciuta.

I Comeaus usarono la relativa fama di Jerome a proprio vantaggio, facendo pagare le tasse di ammissione per vedere l’uomo misterioso, vivendo bene con questo e lo stipendio del governo. Ma a Jerome non sembrò importare e rimase lì per il resto della sua vita, che terminò il 15 aprile 1912.

Nel 2000, nel villaggio di Meteghan, sulla costa francese, una targa commemorativa è stata dedicata a Jerome sopra una falsa tomba, in quanto non si sa con certezza dove il naufrago, morto il 15 aprile, lo stesso giorno del Titanic affondato (facendo affondare efficacemente la fama della sua storia per un po ‘) – è effettivamente sepolto.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews