lunedì, Aprile 12, 2021
Disponibile su Google Play
HomeScienzaA Perugia è stata brevettata la stampante 'Covid-free'

A Perugia è stata brevettata la stampante ‘Covid-free’

(AGI) Menù, cataloghi e libri che possono passare di mano in mano senza il rischio di contagio. Una tipografia con sede a Perugia, la Graphic Masters, ha brevettato un nuovo tipo di stampante totalmente ‘antibatterica’ dal nome ‘Happy touch’. Un’idea nata nel pieno del lockdown, quando i due soci fondatori, Enzo Guazzarini e Giuseppe Cellini, si interrogavano su un modo per mandare avanti la produzione senza subire i contraccolpi della pandemia. La risposta è stata applicare le nuove esigenze di sanificazione alla stampa tradizionale, per andare incontro alle necessità di hotel, ristoranti, musei, che ormai da un anno sono costretti ad utilizzare stampati usa e getta.

Una ‘stampa protettiva’

Per garantire la massima sicurezza senza però sprecare carta, nasce quindi questo tipo di ‘stampa protettiva’, che può essere utilizzata sia per semplici brochure che per il mondo del packaging. Questo attraverso l’impiego di prodotti sanificanti e additivi chimici inseriti nella macchina, nel liquido di bagnatura e nella finitura sopra il foglio, in grado di creare una barriera protettiva inospitale per le particelle infettive. “Succede in questo modo che se prendo un foglio, anche se sulla mia mano c’è un batterio o un virus, quando lo passo a un’altra persona, questa non rischierà di contrarlo, perché il prodotto risulterà totalmente sanificato”, spiega Enzo Guazzarini

Utilizzata per il catalogo di una mostra su Raffaello

Con ‘Happy touch’ è già stato stampato un catalogo: quello della mostra di CariPerugia Arte “Raffaello in Umbria e la sua eredità in Accademia”, che si è tenuta a Palazzo Baldeschi, a Perugia, tra ottobre e gennaio, realizzato da Fabrizio Fabbri editore. Un libro che poteva essere sfogliato da più visitatori in modo del tutto ‘Covid-free’. “La durata della protezione è lunga – spiegano i titolari dell’azienda – a dicembre abbiamo analizzato nuovamente questo prodotto realizzato a settembre e risultava ancora totalmente sanificato”.

L’obiettivo della tipografia, è applicare questa nuova tecnologia agli ambiti più disparati: non solo per i depliant di musei e fiere, hotel e ristoranti, ma anche per i libri utilizzati dai bambini nelle scuole e soprattutto per pacchi di qualsiasi tipo, a partire dai prodotti che nei negozi vengono toccati da molte persone. “Per ora non ci sono altre aziende che hanno brevettato una tecnologia simile – sostengono – stiamo cercando di promuoverlo e l’interesse è notevole, soprattutto per i nostri clienti editori all’estero, dove c’è maggiore richiesta e sensibilità verso i prodotti sicuri e sanificati. Ci sembra un buon progetto – concludono – che ci consente di continuare a lavorare e di guardare al futuro”. 

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews