mercoledì, Maggio 12, 2021
Disponibile su Google Play
HomeNotizieIran, l'Aiea strappa un accordo temporaneo sul nucleare

Iran, l’Aiea strappa un accordo temporaneo sul nucleare

Rafael Grossi, l’abile diplomatico argentino che guida l’Aiea, è rientrato ieri sera a Vienna dall’Iran con un accordo dell’ultim’ora che potrebbe salvare il futuro dei negoziati Usa-Iran sul nucleare.

Grossi guida l’agenzia Onu che schiera in Iran i suoi abilissimi ispettori, capaci di controllare ogni dettaglio del programma iraniano. Il 23 febbraio, rispettando una legge iraniana approvata dal parlamento a maggioranza conservatrice dopo l’assassinio dello scienziato nucleare Mohsen Fakhrizadeh, il governo iraniano sarebbe stato costretto ad espellere tutti gli ispettori della Aiea.

Grossi per ora ha trovato un accordo: ha negoziato con il governo iraniano, e il risultato è che la Aiea “avrà meno accesso, ma rimaniamo in Iran a controllare il loro programma nucleare: ci sarà lo stesso numero di ispettori, anche se perderemo qualche possibilità di accesso”.  Cosa perderà l’Aiea lo dice il ministro degli Esteri Javad Zarif: “Gli ispettori non avranno più accesso ai video delle telecamere che controllano i nostri impianti”. Ma Grossi non vedrà l’espulsione dei suoi ispettori. Un compromesso.

La missione a Teheran di Grossi è arrivata in un momento cruciale per la ripresa di negoziato fra Iran e Stati Uniti sul nucleare. La storia è questa: nel 2015 gli Usa di Barack Obama firmano con l’Iran e i paesi del Consiglio di Sicurezza Onu il “Jcpoa”, un accordo recepito dall’Onu che limita lo sviluppo delle capacità nucleari iraniane (quelle che possono portare alla costruzione della bomba atomica). In cambio gli Stati Uniti si impegnarono a cancellare le sanzioni economiche in vigore da anni.

Nel 2018, una volta arrivato alla Casa Bianca, Donald Trump abbandona l’accordo e decide nuove sanzioni. Misure economiche pesantissime, che oggi sono ancora in vigore e stanno danneggiando seriamente l’economia iraniana.

Con la nuova amministrazione Biden il confronto potrebbe ripartire; ma nel frattempo l’Iran, per difendere le sue ragioni, ha iniziato a violare i termini del Jcpoa. Arricchendo più uranio del consentito, mettendo in funzione più centrifughe per l’arricchimento dell’uranio e poi producendo pochi grammi di “uranio metallico”, una forma di uranio che è praticamente l’anticamera necessaria della bomba nucleare. Tutti segnali per convincere gli Usa a trattare.

A questo punto però gli Usa chiedono che per ritornare ad applicare il Jcpoa (e quindi per rimuovere le loro sanzioni) l’Iran blocchi le sue violazioni dell’accordo. Mentre l’Iran risponde “siete stati voi ad abbandonarlo e a imporre sanzioni a noi, quindi la prima mossa deve essere vostra”.

Una soluzione a questo stallo l’avrebbe sollecitata Grossi nella sua missione a Teheran: parlando a nome del segretario dell’Onu Antonio Guterres, Grossi ha invitato gli iraniani ad accettare l’invito dell’Unione Europea che chiede una riunione del tavolo del Jcpoa a livello di diplomatici. L’accordo fu firmato dall’Iran da una parte, e da Stati Uniti, Russia, Cina, Francia, Gran Bretagna e Germania dall’altra con la partecipazione della Ue. Adesso la Ue invita tutti a una prima riunione “informale”, che potrebbe sbloccare l’impasse.

Rimane un problema di fondo: il Jcpoa non ha in nessun modo tenuto conto della sicurezza di altri paesi della regione, come Israele, Arabia Saudita, Emirati. Per esempio, non comprende il programma balistico iraniano. Terrorizzati da un Iran capace di riarmarsi anche solo con missili e armi convenzionali questi paesi premono in maniera poderosa sugli Stati Uniti. Trump aveva difeso a spada tratta i loro interessi e la loro visone: Biden non potrà trascurarli semplicemente tornando a sedersi al tavolo con gli iraniani e abolendo le sanzioni economiche. Il dilemma più esplosivo in tutto il Medio Oriente.

 

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews