martedì, Aprile 13, 2021
Disponibile su Google Play
HomeNotizieBorse di oggi 16 febbraio 2021: andamento listini europei e mondiali

Borse di oggi 16 febbraio 2021: andamento listini europei e mondiali

MILANO – Ore 10:15. Le Borse europee trattano in cauto rialzo dopo gli acquisti registrati nella giornata di ieri, quando sono state sostenute dall’ottimismo per i progressi condotti con i piani di vaccinazione da parte dei Paesi e in attesa del maxi piano di aiuti voluto dal neo presidente Usa Joe Biden per sostenere l’economia Usa.

Gli indici europei si muovono in terreno leggermente positivo ma rallentano dopo le prime battute: Milano gira in calo frazionale, Londra riesce a mantenere un guadagno dello 0,38%, Francoforte dello 0,08% e Parigi dello 0,06%.

Su un trend più deciso si sono mossi i listini asiatici, con Tokyo che ha chiuso a +1,28%, nuovo massimo da 30 anni. Hong Kong, che ha riaperto dopo un weekend lungo, ha guadagnato l’1,86% mentre Shanghai è rimasta chiusa per le festività legate al capodanno. In riapertura c’è anche Wall Street, ferma ieri per il Presidents Day.

A correre ieri sono stati soprattutto i titoli del comparto petrolifero, trainati dal rialzo dei prezzi del greggio, con il Wti ormai stabile sopra i 60 dollari e il Brent a 63,20 dopo avere toccato i massimi da gennaio 2020. A incidere, l’ondata di freddo che ha spinto a un aumento dei consumi energetici e costretto a chiudere molte raffinerie del Texas e le rinnovate tensioni tra Arabia Saudita e Yemen.

Sulla sponda italiana lo spread resta osservato speciale con le prime tensioni avvertite all’interno del nuovo governo Draghi, già alle prese con il rebus delle riaperture. Il differenziale in mattinata si posiziona a quota 91 punti con il rendimento del titolo decennale italiano allo 0,52%. Il Tesoro prova intanto a cogliere l’effetto positivo sui Btp dato dall’arrivo a Palazzo Chigi dell’ex governatore, con l’emissione di un Btp a 10 anni e di uno a 30 anni legato all’inflazione.

Prosegue la corsa del Bitcoin, arrivato a sfiorare di un soffio quota 50 mila dollari e poi ripiegando legermente. La criptovaluta, oltre ad aggionare nuovamente il proprio massimo, ha messo a segno soltanto nella ultima settimana un rialzo del 20% e del 60% dall’inizio dell’anno.

Meno montagne russe invece nel mondo delle valute tradizionali, con l’euro che sale a 1,2138 dollari e 128,09 yen e la valuta Usa che arretra leggermente sulla scia dell’ottimismo sui vaccini che spinge gli investitori verso asset più rischiosi e a rendimenti più alti.

Tra i dati macroeconomici, l’Istat segnala il pesante consuntivo per le esportazioni italiane del 2020: “Malgrado il rapido recupero, dopo il crollo di marzo e aprile, il 2020 si chiude con una contrazione complessiva dell’export del 9,7% (il peggior risultato dopo la caduta registrata nel 2009)”.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews