giovedì, Maggio 6, 2021
Disponibile su Google Play
HomeCulturaNegazionismi in tv e in rete, medici di famiglia: il parere

Negazionismi in tv e in rete, medici di famiglia: il parere

Negazionismi in tv e in rete, medici di famiglia chiedono un ritorno all’evidenza scientifica

I medici di famiglia chiedono un ricorso alla sola evidenza scientifica in tv e in rete per combattere i negazionismi.

I medici di famiglia si scagliano contro tutti i negazionismi che si sentono in televisione e si leggono sulla rete. Bisogna sempre affidarsi al criterio dell’evidenza scientifica, come sottolineato dalla SIMG, la Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie. La pandemia ha svelato alcune pecche nella comunicazione scientifica, facendo emergere la voce di persone che non appartengono al settore e potrebbero non trattare nella giusta maniera argomenti tanto delicati.

Nell’ultimo anno la ricerca scientifica e gli studi clinici hanno prodotto tanto materiale sul quale discutere, a patto di trattare bene le fonti e comprendere quello che si vuole comunicare. La SIMG fa un richiamo alla legge 24/2017, per evitare di creare quelle incertezze nella popolazione che hanno portato a creare situazioni di rischio che, in una fase delicata come quella che stiamo vivendo, possono mettere a repentaglio la salute.

Reperibilità telefonica dei medici di famiglia: 7 cose da sapere

Le parole di Claudio Cricelli, Presidente dell’associazione italiana dei medici di famiglia

Il Prof. Claudio Cricelli, Presidente SIMG – Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie, spiega che oggi più che mai si pone il problema della corretta informazione, anche alla luce delle posizioni di singoli individui che appartengono o non appartengono al mondo della medicina. Spesso le informazioni diffuse, infatti, sono frutto di opinioni e credenze personali che non hanno fondamento scientifico.

La diffusione di queste informazioni, talvolta tese alla negazione delle conoscenze prodotte dalla comunità scientifica internazionale, genera perplessità e confusione nell’opinione pubblica e nei cittadini, che sono disorientati e talvolta spinti ad applicare soluzioni, terapie empiriche o, peggio, a diffidare delle istituzioni scientifiche ufficiali.

In Italia esiste già una legge, la numero 24 dell’8 marzo 2017, che ha introdotto principi fondamentali sia per tutelare i pazienti sia per quello che riguarda la responsabilità professionale degli operatori sanitari, che “nell’esecuzione delle prestazioni sanitarie con finalità preventive, diagnostiche, terapeutiche, palliative, riabilitative e di medicina legale, si attengono, salve le specificità del caso concreto, alle raccomandazioni previste dalle linee guida pubblicate ai sensi del comma 3 ed elaborate da enti e istituzioni pubblici e privati nonché dalle società scientifiche e dalle associazioni tecnico-scientifiche delle professioni sanitarie iscritte in apposito elenco istituito e regolamentato con decreto del Ministro della salute”.

Foto Getty

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews