sabato, Aprile 17, 2021
Disponibile su Google Play
HomeMisteroMisteriosa scomparsa di Lord Lucan

Misteriosa scomparsa di Lord Lucan

La storia di Lucan inizia la notte del 7 novembre 1974 alle 21:45 con l’omicidio della tata Sandra Rivett, picchiata a morte nel seminterrato della casa londinese di Lucan.

Quella notte, una donna angosciata e insanguinata fece irruzione nel bar di The Plumber’s Arms, Lower Belgrave Street, chiedendo aiuto. Ha detto che è appena scappata dall’assassinio e che l’assassino è ancora in casa sua.

Mi piace anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

Era Veronica Duncan, la contessa di Lucan, che era fuggita da casa sua al numero 46, lasciando i suoi tre figli. È stata ovviamente vittima di una grave aggressione, subito dopo sono stati chiamati sul posto la polizia e un’ambulanza.

Gli agenti di polizia arrivati ​​per indagare hanno trovato una casa consistente con un piano terra, un seminterrato e quattro piani superiori. Forzando la porta d’ingresso, hanno perquisito i locali e hanno trovato i bambini nelle loro camere da letto, illesi.

La porta del seminterrato era aperta. Non c’era luce nell’ingresso, quindi hanno preso una torcia. Scesero le scale fino alla sala della colazione e trovarono le pareti schizzate di sangue, una pozza di sangue sul pavimento, con alcune impronte maschili in essa, e, vicino alla porta che collegava la sala colazioni alla cucina, un sacco macchiato di sangue.

La parte superiore del sacco era piegata ma non fissata. Dentro c’era il cadavere di Sandra Rivett, la tata dei bambini. Era stata picchiata a morte con uno strumento spuntato. Nel corridoio c’era un pezzo di tubazioni di piombo, ricoperte di nastro adesivo, molto piegate e macchiate di sangue. La porta sul retro era aperta.

Quando Lady Lucan è stata in grado di fare una dichiarazione alla polizia ha nominato suo marito come suo aggressore e assassino di Sandra Rivett. Tuttavia non c’era traccia di Lord Lucan sulla scena del crimine.

Lord Lucan o Richard John Bingham, (comunemente noto come “John”) il futuro 7 ° conte di Lucan è nato il 18 dicembre 1934. Andò a Eton dove scoprì la grande passione della sua vita: il gioco d’azzardo.

Nel 1953 è entrato a far parte dei Coldstream Guards, dove ha trascorso gran parte del suo tempo libero giocando a poker o visitando i casinò. Dopo aver lasciato l’esercito è entrato in una Merchant Bank, ma ormai il gioco d’azzardo era la sua prima priorità. Una notte, dopo una sostanziosa vittoria a chemin-de-fer, decise di lasciare il suo lavoro e diventare un giocatore professionista. Il suo soprannome di gioco d’azzardo era “Lucky”.

Nel marzo 1963 fu presentato a Veronica Duncan, la cui sorella era la moglie di Bill Shand Kydd. Si sono sposati il ​​novembre successivo. Due mesi dopo, il padre di John Bingham morì e la coppia divenne il settimo conte e contessa di Lucan. Il 24 ottobre 1964 nacque la loro prima figlia, Lady Frances. A quel punto vivevano nella casa di Lower Belgrave Street.

Basato sulla dichiarazione della signora Madelaine Floorman, che viveva non lontano dalla residenza dei Lucani. Ha detto che poco dopo le 22 è stata svegliata da qualcuno che premeva con insistenza il campanello, ma ha deciso di ignorarlo.

Qualche tempo dopo, il suo telefono squillò. Era sicura che il chiamante fosse Lord Lucan in persona, sembrava angosciato. Dopo di che, è tornata a dormire. La mattina dopo, alcune macchie di quello che sembrava essere sangue furono trovate sulla sua soglia.

Secondo Susan Maxwell-Scott (una delle amiche di Lord Lucan), Lord Lucan le aveva detto che stava camminando davanti alla casa di Lower Belgrave Street e aveva sbirciato dalla finestra del seminterrato. Aveva visto qualcuno lottare con la sua Lady Lucan nella cucina del seminterrato.

Entrò dalla porta principale e corse giù per le scale. È scivolato ed è caduto in una pozza di sangue, e l’uomo era scappato. Aveva calmato Lady Lucan e l’aveva portata di sopra per cercare di ripulirla, ma mentre era in bagno lei era corsa fuori di casa gridando “Assassinio!”. Era andato nel panico, rendendosi conto che le cose gli andavano molto male e aveva deciso di andarsene.

Tra quel momento e l’arrivo al Maxwell-Scotts disse di aver fatto tre telefonate, una alla signora Floorman, una a sua madre, e aveva anche provato a telefonare a Bill Shand Kydd, che era sposato con la sorella di Lady Lucan ma c’era nessuna risposta.

La signora Maxell-Scott ha detto che non le ha detto da dove ha fatto queste chiamate, ma ha avuto l’impressione che fossero state fatte dopo che lui era uscito di casa. Alle 12.15 telefonò a sua madre da casa Maxwell-Scotts per controllare che avesse i bambini, e telefonò di nuovo a Bill Shand Kydd, ma non ci fu risposta.

Lord Lucan scrisse poi due lettere, entrambe indirizzate a Bill Shand Kydd nella sua casa di Bayswater. (Sono stati affissi il giorno seguente. Si è scoperto che le buste avevano macchie di sangue.)

La signora Maxwell-Scott ha cercato di persuaderlo a rimanere in modo che potessero andare dalla polizia locale la mattina successiva, ma ha detto che doveva “tornare”. È andato via. Da allora non c’è stato alcun avvistamento convalidato di lui.

Un mandato per il suo arresto fu emesso pochi giorni dopo e in sua assenza, l’inchiesta sulla morte di Rivett lo nominò il suo assassino, l’ultima occasione in Gran Bretagna a un tribunale del coroner fu autorizzato a farlo.

Tre giorni dopo l’omicidio, la Ford Corsair è stata trovata abbandonata a Newhaven. Sono state trovate macchie di sangue all’interno sia del tipo A che del tipo B, inoltre, un pezzo di tubazioni di piombo fasciato, non macchiato, ma molto simile a quello trovato nella casa del delitto.

Il destino di Lucan rimane un affascinante mistero per il pubblico britannico. Centinaia di segnalazioni della sua presenza in vari paesi del mondo sono state fatte dopo l’omicidio di Rivett, sebbene nessuna sia stata provata.

Nonostante un’indagine della polizia e l’enorme interesse della stampa, Lucan non è stato trovato e si presume morto. Tuttavia, dalla sua scomparsa ci sono state dozzine di presunti avvistamenti del pari in paesi di tutto il mondo.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews