giovedì, Marzo 4, 2021

Tokyo 2020, il 12 marzo si accende la fiaccola al santuario di Olimpia

IL REBUS GRANDI EVENTIIl Comitato olimpico internazionale prova ad allontanare lo spettro di una cancellazione dell’appuntamento estivo a Tokyo di...
Home Cultura Disney vieta i suoi cartoni ritenuti razzisti ai bambini di 7 anni

Disney vieta i suoi cartoni ritenuti razzisti ai bambini di 7 anni

Disney ha deciso di cambiare politica e di vietare ai minori 7 anni la politica di alcuni dei suoi cartoni più famosi, perché sono veicolo di contenuti razzisti o comunque offensivi verso alcune categorie.  I più piccoli quindi non dovranno guardare Dumbo, gli Aristogatti e Peter Pan.

È una decisione arrivata dopo il bollino rosso inserito al mese di ottobre, nelle scheda di ogni cartone animato. E ora, su consiglio di un panel di esperti, ha optato per questa misura più drastica, vietando i contenuti ai minori di 7 anni.

Gli abbonati al servizio Disney vedono, infatti, il seguente messaggio quando fanno clic su determinati film: “Questo programma include rappresentazioni negative e / o maltrattamenti di persone o culture.

“Questi stereotipi erano sbagliati allora e sono sbagliati adesso. Piuttosto che rimuovere questo contenuto, vogliamo riconoscere il suo impatto dannoso, imparare da esso e stimolare la conversazione per creare un futuro più inclusivo insieme. La Disney si impegna a creare storie con temi ispiratori e ambiziosi che riflettano la ricca diversità dell’esperienza umana in tutto il mondo”.

Dumbo

Come può Dumbo avere contenuti razzisti? In realtà in una canzone si prende degli schiavi. Il leader di un gruppo di corvi si chiama Jim Crow, un riferimento alle leggi razziste che consentivano la segregazione fino al 1965, e cammina come la caricatura di Jim Crow, che appariva sui manifesti in quel periodo. È considerato una mancanza di rispetto alla memoria degli schiavi afroamericani che lavoravano nelle piantagioni.

Gli Aristogatti

Negli Aristogatti, ambientato in Francia, è presente un gatto siamese chiamato Shun Gon, che suona il pianoforte con le bacchette e canta testi razzisti.

Peter Pan

Peter Pan, opera del 1953, ritrae i nativi in ​​un modo stereotipato che non riflette né la diversità dei popoli nativi né le loro autentiche tradizioni culturali. Mostra che parlano in una lingua incomprensibile e si riferisce ripetutamente a loro come “pellerossa”, un termine offensivo. Peter e i ragazzi perduti si esibiscono in danze, indossano copricapi, una forma di della cultura dei nativi.

Per tutti questi motivi i cartoni animati Disney sono stati rimossi dalla piattaforma a pagamento nella sezione dedicata ai bambini mentre continuano a essere disponibili per il pubblico con più di 7 anni.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews