lunedì, Marzo 8, 2021
Home Notizie Guida agli sport consentiti: in bici e di corsa senza limiti, sulla...

Guida agli sport consentiti: in bici e di corsa senza limiti, sulla neve con le ciaspole e sci di fondo

Città invase dalle biciclette e località di montagna dagli amanti delle escursioni. Nel weekend, alle prese con le restrizioni previste nelle diverse regioni, liberi di spostarsi nelle seconde case anche fuori regione, gli italiani cercano sfogo nello sport . Ecco, con una serie di domande e risposte, una guida alle attività consentite zona per zona.

Nelle località sciistiche quali attività si possono fare?

Chiusi ovunque gli impianti di risalita è invece consentito praticare qualsiasi sport in forma individuale, all’aperto e mantenendo il distanziamento. Dunque sì allo sci di fondo ovunque all’interno della propria regione se gialla o all’interno del proprio comune in zona arancione. E però, nelle regioni in arancione, è possibile praticare sci di fondo in un comune vicino se nel proprio non ci sono spazi previsti. Sì alle escursioni con le ciaspole e con la racchette, all’alpinismo e naturalmente alle passeggiate sui sentieri sempre secondo le regole previste.

Seconde case, ecco le regole: si può andare anche in quella di famiglia

di

Alessandra Ziniti

20 Gennaio 2021

La caccia e la pesca sono consentite?

Dipende dalla regione in cui ci si trova. In quelle gialle sì senza alcuna limitazione all’interno della regione, in quelle arancioni solo all’interno del Comune mentre nelle regioni zona rossa l’attività venatoria e qualsiasi tipo di pesca non sono consentite. 

In bicicletta o di corsa fino a dove ci si può spingere?

Le faq di Palazzo Chigi consentono una deroga alle limitazioni agli spostamenti per chi sta in zona arancione e anche per chi sta in zona rossa prevedendo che si possa uscire dal Comune di partenza a condizione che alla fine del giro si faccia rientro alla base. Ecco il testo del chiarimento di Palazzo Chigi: “Nell’area rossa e arancione è consentito svolgere l’attività sportiva esclusivamente nell’ambito del territorio del proprio Comune, dalle 5 alle 22, in forma individuale e all’aperto, mantenendo la distanza interpersonale di due metri. E’ tuttavia possibile, nello svolgimento di un’attività sportiva che comporti uno spostamento ( per esempio la corsa o la bicicletta), entrare in un altro Comune, purchè tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza”.

Dpcm: seconde case, partner, funerali, in bici o di corsa. Ecco tutte le deroghe alle restrizioni

di

Alessandra Ziniti

21 Gennaio 2021

E se invece ci si limita ad una passeggiata veloce?

La passeggiata veloce è assimilata ad attività sportiva e quindi segue le stesse regole del footing. La semplice passeggiata invece è intesa come attività motoria. E dunque nessuna limitazione in zona gialla e arancione, in zona rossa invece si può fare solo nei pressi della propria abitazione.

E’ consentito andare a fare ginnastica in un parco?

Sì, qualsiasi attività sportiva all’aperto in forma individuale e che non sia compresa nelle discipline di contatto è consentita. Nelle zone gialle e arancione si può praticare in qualsiasi spazio all’interno, rispettivamente, della regione o del comune. In zona rossa invece, laddove i parchi sono aperti, si può fare nello spazio verde più vicino alla propria abitazione.

Virus, l’ultimo monitoraggio delle Regioni: “Rt scende sotto 1”. Scoppia il caso Lombardia: una settimana in rosso per un errore, tornerà in arancione

di

Michele Bocci

22 Gennaio 2021

Il tennis è tra le discipline consentite?

Sì, si può continuare a giocare a tennis all’aperto, ma l’attività dei circoli ( senza l’uso degli spogliatoi) è autorizzata solo nelle zone gialle e arancioni. Nelle zone rosse invece circoli e centri sportivi sono chiusi. Nelle zone arancioni, se nel proprio comune, non c’è un campo disponibile è consentito andare a giocare in quello più vicino.

Piscine e palestre sono chiuse ovunque?

Sì, restano chiuse in tutte le regioni. Come i centri termali  ne è consentito l’uso soltanto per attività di riabilitazione e per attività terapeutiche e per le prestazioni previste dal servizio sanitario.

Molte palestre propongono lezioni all’aperto in parchi e giardini. E’ consentito?

Sì se le distanze tra le persone che si allenano sono di almeno due metri e non si dà vita ad alcun tipo di assembramento.

Le scuole sport per i bambini sono aperte e dove?

Le scuole per lo sport di base, solo all’aperto, possono rimanere aperte nelle zone gialle e arancioni ma possono essere svolte solo attività individuali e, anche per le discipline di squadra, dal calcio al basket alla pallavolo, si può continuare l’allenamento singolarmente e senza svolgere partite.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews