In due mesi, 90 mila uova scadute in tutta Italia sono finite nella rete dell’operazione “solstizio d’inverno”.

Oltre al sequestro delle 90 mila uova, i Reparti Tutela Agroalimentare (Rac) – con il concorso dei Nuclei Investigativi di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale e delle Stazioni dei Gruppi Carabinieri Forestali -hanno stoppato la vendita di 2 quintali di alimenti in tutti i comparti dell’agroalimentare.

Sotto la lente di ingrandimento dell’operazione, che ha come obiettivo quello di evitare la circolazione di cibo non sano e sicuro, sono finite 35 aziende.

Tra queste, 19 non sono risultate regolari e multate quindi per 109 mila euro. Sono state emesse inoltre tre diffide ad adempiere per irregolarità su etichettatura e rintracciabilità di Parmigiano Reggiano Dop e salumi vari.

Fonte: ANSA