Sconcertanti coincidenze nella storia del mondo

Questo mondo è pieno di eventi bizzarri e coincidenze insolite. Secondo Wikipedia, una “coincidenza” è una raccolta di due o più eventi o condizioni, strettamente correlati da tempo, spazio, forma o altre associazioni che sembrano improbabili che abbiano una relazione come causa-effetto o effetti di una causa condivisa, all’interno della comprensione dell’osservatore o degli osservatori di quale causa può produrre quali effetti.

Queste storie vere sono solo alcuni esempi di coincidenze sorprendenti e insolite che si sono verificate in tutto il mondo:

Mi piace anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

Nel 1626, un pescivendolo a Cambridge, in Inghilterra, tirò fuori un libro ancora leggibile (rilegato in tela da vela) dalla pancia di un pesce pescato. Si è rivelato un trattato teologico scritto da John Frith cento anni prima.

Gli scritti di Frith lo avevano fatto bruciare sul rogo come eretico nel 1533. Il manoscritto era stato scritto mentre Frith era imprigionato a Oxford in una cantina usata per conservare il pesce dove altri prigionieri erano effettivamente morti a causa dello stenc.

Per onorare le circostanze della sua composizione e liberazione, il libro fu ristampato nel 1627 come “Vox Piscis”, letteralmente “Voce del pesce”, e il libro non fu bruciato.

Nella storia del 1838 di Edgar Allan Poe dal titolo “La narrativa di Arthur Gordon Pym di Nantucket”. C’è una storia su tre sopravvissuti a un naufragio affamati che uccidono e consumano il loro compagno di nome Richard Parker. Pochi decenni dopo, nel 1884, tre marinai naufragati nella vita reale furono processati per l’omicidio del quarto marinaio, il suo nome era anche Richard Parker e fu anche mangiato.

Nel 1883, abbandonata dal suo amante, Henry Ziegland, una donna del Texas si uccise con una pistola. In cerca di vendetta, suo fratello è andato dietro a Ziegland – tuttavia non sapeva che il suo primo proiettile era mancato e incastrato in un albero – e poi si è tolto la vita. Trent’anni dopo, nel 1913, Henry Ziegland decise di abbattere lo stesso albero con la dinamite, dopodiché il proiettile perduto da tempo. Spinto dall’esplosione, finalmente il proiettile ha trovato il segno al secondo tentativo, nella testa di Ziegland, uccidendolo all’istante.

Il 28 luglio 1900, fermandosi per caso in un ristorante fuori Milano, il re d’Italia Umberto I rimase sbalordito di incontrare il suo doppio (il proprietario del ristorante), anche in faccia e altre apparenze fisiche.

Si chiamava anche Umberto e nacque nella stessa città con lo stesso compleanno (14 marzo 1844). Entrambi gli uomini avevano sposato donne di nome Margherita lo stesso giorno (22 aprile 1868) ed entrambi i figli di nome Vittorio. Erano stati decorati due volte per il coraggio, ed entrambe le volte durante le stesse cerimonie (una volta nel 1866 e di nuovo nel 1870).

Il giorno dell’incoronazione di Re Umberto I era lo stesso giorno in cui il proprietario del ristorante aprì il suo ristorante. Quando il proprietario del ristorante uscì per andare a prendere i pasti, lo stupito re Umberto proclamò: “Intendo fare domani quell’uomo un cavaliere della corona d’Italia”.

Ma quando ha chiesto il suo doppio il giorno successivo, il re è rimasto scioccato nell’apprendere che è stato colpito a morte. Un attimo dopo, morì anche il Regio Umberto, colpito tre volte da un assassino.

Negli anni ’20, su un treno insolitamente vuoto in Perù, tre inglesi furono sorpresi di scoprire che condividono un nome simile, il nome del primo uomo è Bingham, il nome del secondo uomo è Powell, mentre il terzo uomo diceva “Che ci crediate o no, signori , Sono Bingham Powell ”.

Il 6 giugno 1944, nel mese precedente all’invasione alleata dell’Europa, le soluzioni agli indizi nei cruciverba quotidiani del telegrafo londinese includevano: “Nettuno”, “Omaha”, “Utah”, “Mulberry” e “Overlord”. Tutte quelle parole erano parole in codice del D-day top secret e tutte pubblicate per pura coincidenza.

Nel 1953, al Savoy Hotel di Londra nel 1953, un giornalista Irv Kupcinet fu sorpreso di trovare oggetti appartenenti al suo vecchio amico, l’impresario Harry Hannin. Due giorni dopo, Kupcinet ricevette una lettera da Harry Hannin: “Non ci crederai mai, ma ho appena aperto un cassetto qui e ho trovato una cravatta con il tuo nome sopra mentre soggiornavo all’Hotel Meurice a Parigi.”

Nel 1985, ci fu un incidente d’auto, il nome della vittima è John Stott, assistito da Bernard Stott, indagato dall’agente di polizia Tina Stott e amministrato dal sergente Walter Stott, ei quattro non erano imparentati.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo